Ora sarà possibile scegliere, mentre si naviga in rete, un ristorante o un albergo non solo perché lì si mangia o si dorme bene, ma anche perché si rispettano i diritti dei lavoratori. E tutto questo grazie a ‘RightsApp’, nuova applicazione dedicata alla difesa dei diritti e per un “consumo responsabile” quindi anche su questo fronte, nata dalla collaborazione tra Cgil Umbria e il Dipartimento di Matematica e informatica dell’Università di Perugia.

L’obiettivo di questa applicazione, definita una sorta di “Tripadvisor dei diritti del lavoro” e che sarà sperimentata quindi per la prima volta a livello nazionale, è di creare un livello di sensibilità nelle persone e di far lavorare in sinergia sindacato dei lavoratori e quello delle imprese, con l’idea in futuro di estendere la app anche alle produzioni industriali.
   

Rispondi