A via, lunedì 26 agosto, le procedure per l’installazione nella struttura di emodinamica dell’ospedale di Foligno di un nuovo angiografo per garantire trattamenti più efficaci ai pazienti colpiti da infarto. Si tratta – spiega la Usl Umbria 2 – di un macchinario di ultima generazione, finanziato con fondi ministeriali e regionali per oltre 600 mila euro, che andrà a sostituire quello attualmente in uso e consentirà l’esecuzione delle coronarografie e delle angioplastiche “con maggiore efficienza e diagnosi più accurate”. Il nuovo angiografo garantirà quindi – viene sottolineato – trattamenti “più efficaci” ai pazienti colpiti da infarto in un ospedale, come quello di Foligno, “riconosciuto da anni, insieme alle Aziende ospedaliere di Perugia e di Terni, centro hub per la rete dell’infarto” cardiaco. Struttura cioè cui devono afferire 24 ore su 24 tutti i pazienti che devono essere trattati nel più breve tempo possibile attraverso le cosiddette angioplastiche primarie.
   

Rispondi