La procura ha chiuso le indagini su Franco Vicquery (57) di Gignod, comandante della stazione forestale di Etroubles sospeso e sottoposto all’obbligo di dimora nell’ambito di un fascicolo per truffa aggravata, alterazione di sistemi di rilevazione delle presenze e peculato d’uso. Ha indagato il Corpo forestale della sezione di polizia giudiziaria presso la procura: per il pm Luca Ceccanti tra il novembre 2018 e l’aprile 2019 Vicquery (avvocati Federica Gilliavod e Alessio Ansermin) ha alterato il cartellino risultando falsamente al lavoro per 27 giorni (pari ad almeno 41 ore e 9 minuti) e con un ingiusto profitto di 1.223 euro a danno della Regione. “Ha ripetutamente alterato o falsificato – scriveva il gip – le certificazioni delle presenze, allontanandosi dal posto di lavoro per recarsi presso la propria abitazione o comunque a svolgere attività private utilizzando in moltissimi casi le auto in dotazione al Corpo forestale”, anche “per trasportarvi il proprio cane”, mentre “invece risultava in servizio”.
   

Rispondi