“Il futuro della montagna scritto nel mare” è il titolo della conferenza d’esordio dell’associazione 4Ecoo, che è in programma il 2 gennaio (ore 18,30) all’Hotel Royal e Golf di Courmayeur. “Che cosa accomuna lo scioglimento dei ghiacciai e l’inquinamento del mare? In che modo questi luoghi di estrema bellezza sono legati alla nostra vita quotidiana? È a domande come queste che vuole rispondere la conferenza” proposta con il sostegno del Consiglio regionale.
    L’iniziativa è strutturata su tre diversi interventi. Matteo Tolosano (Laboratorio di ecologia alpina dell’Epfl-École Polytechnique Fédérale de Lausanne) parlerà del progetto di ricerca del Politecnico di Losanna per lo studio dei principali ghiacciai del mondo e della vita che a questi si collega. Franco Borgogno (European Research Institute) racconterà la propria esperienza nella ricerca sull’inquinamento causato dalla plastica, un progetto internazionale che lo ha portato a lavorare nell’Artico, nel Mediterraneo, sui fiumi e sulle nevi alpine. Susanna Canuto (European Research Institute) parlerà di “Ocean Literacy”, che spiega con approccio multidisciplinare il legame della nostra esistenza (dalla salute all’economia) e dell’intera vita sulla Terra con l’esistenza e la buona salute del mare.
    L’associazione 4Ecoo è nata nel 2019 e si propone “attraverso attività e campagne di green marketing, di sensibilizzare individui e imprese sullo stato di salute sempre più compromesso dell’ambiente in cui viviamo”. Sarà presente anche la campionessa di sci Federica Brignone in veste di “ambassador” della prima iniziativa dell’associazione.
    “Abbiamo accolto con favore – dichiara la Presidente del Consiglio regionale, Emily Rini – quest’occasione di riflessione su quanto il nostro mondo sia interconnesso, con ambienti che sembrano lontanissimi e invece scoprono un destino comune: è un’attenzione sempre più necessaria”. 

Rispondi