Prima Pagina>Cronaca>Geenna, Regione VdA non è parte civile
Cronaca Valle d'Aosta

Geenna, Regione VdA non è parte civile

 

E’ stata respinta per un vizio di forma la richiesta della Regione Valle d’Aosta, rappresentata dall’avvocato Renzo Cocchi, di costituirsi parte civile all’udienza preliminare, in corso a Torino, per il caso Geenna sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in Valle d’Aosta.

La richiesta, per essere formalmente corretta, avrebbe dovuto essere depositata dal presidente della Regione, ora dimesso, Antonio Fosson, che però non è comparso in aula. In alternativa, l’avvocato

Advertisements
avrebbe dovuto presentare procura speciale.

Advertisements

Fosson è indagato in un’altra inchiesta della Dda per scambio elettorale politico mafioso. È stata accolta invece la richiesta dei Comuni di Aosta, di Saint Pierre, rappresentato dall’avvocato Giulio Calosso, e dell’associazione Libera.

Per il caso Geenna sono imputate 19 persone tra cui il consigliere regionale Marco Sorbara (eletto per dell’Union valdotaine), Monica Carcea, l’assessore di un piccolo comune alle porte di Aosta e l’avvocato torinese Carlo Maria Romeo. 
   

Rispondi