“Il ruolo di Finaosta nella gestione dei fondi di rotazione non è in discussione: essi rimangono un qualcosa di assolutamente certo per i valdostani e danno una garanzia per il futuro perché il discorso dei tassi di interesse è molto aleatorio e non si può prevedere oggi per domani. Va bene un affiancamento, ma bisogna definire nel dettaglio le opportunità a garanzia del futuro della Valle d’Aosta”. Questo il commento del presidente della Regione e assessore al bilancio, Renzo Testolin, riguardo alla proposta della maggioranza regionale che prevede il coinvolgimento delle banche nell’erogazione dei mutui regionali ‘prima casa’.

Uscendo dall’audizione in seconda commissione consiliare, Testolin ha aggiunto: “L’emendamento sarà oggetto di dibattito e di confronto perché ci sono degli aspetti che possono essere positivi, ma altri che vanno analizzati bene. La richiesta del governo era di valutare con più tempo ci sarà la possibilità di farlo dopo l’approvazione, per la definizione della delibera operativa”.
   

Rispondi