Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchéMark Twain

"No alcol" sulle etichette delle bottiglie di birra e distillati

di Alessandro Ragazzo
E' la proposta di Giovanni Addolorato, direttore del Centro per i disturbi da uso di alcol del Policlinico Gemelli di Roma, dopo l'ennesimo fatto di cronaca che ha coinvolto un giovane quattordicenne finito in coma etilico rischiando la vita
Proposta di inserire "no alcol ai minori" sulle etichette delle bottiglie

L’alcol sta sempre prendendo più piede tra i giovani. Notizie di minori finiti in coma etilico per aver alzato troppo il gomito sono ormai una consuetudine, specie nei fine settimana oppure nei giorni di festa o di vacanza. Da Giovanni Addolorato, direttore del Centro per i disturbi da uso di alcol del Policlinico Gemelli di Roma, arriva una proposta che potrebbe essere interessante: scrivere sulle etichette delle bottiglie l’impossibilità di dare da bere ai giovani. Questo consentirebbe di fare prevenzione e far conoscere i rischi ai cui i ragazzi potrebbero incorrere; rischi, ovviamente, da sottovalutare, anche perché pare che parecchi non sappiano a cosa vadano incontro.

Anche perché di recente va parecchio di moda il binge drinking, letteralmente “abbuffata alcolica”, ossia assumere delle bevande alcoliche in un intervallo di tempo piuttosto breve, fino ad arrivare a essere subito ubriachi.

Di casi simili se ne contano sempre di più; ci sono studi dove si è dimostrato come i pericoli cerebrali siano alti, con effetti sul cervello che possono diventare devastanti; infatti, in quello dei più giovani si è riscontrata un’attività alterata molto simile a quella presente tra gli adulti con problemi cronici nel bere. E anche le donne iniziano presto ad alzare il gomito; una volta gli uomini bevevano più, ora più diminuisce l’età e meno è evidente la differenza nell’abuso. Anzi, si registra un progressivo avvicinamento da parte delle femmine alle percentuali dei maschi.