Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchéMark Twain

Diabete: addio punture, ora arriva il cerotto che misura i livelli di glucosio

Un gruppo di ricercatori britannici dell'Università di Bath ha progettato un dispositivo che rileva l'indice glicemico in modo non invasivo, ma estrae il glucosio grazie a una serie di sensori miniaturizzati. Si può ripetere anche ogni 10-15 minuti
arriva il cerotto per misurare il diabete

Londra (Regno Unito) - In un prossimo futuro i diabetici potrebbero dire addio a quelle frequenti e fastidiose punture sul dito per controllare i livelli di glucosio nel sangue. Un gruppo di ricercatori britannici dell'Università di Bath ha progettato un cerotto che misura i livelli di glucosio attraverso la pelle in modo non invasivo, come si legge sulla rivista Nature Nanotechnology. Il cerotto ideato non perfora la pelle, ma estrae il glucosio dal fluido tra le cellule attraverso i follicoli piliferi, a cui accede singolarmente grazie a una serie di sensori miniaturizzati che sfruttano una piccola corrente elettrica. Il glucosio quindi si raccoglie in piccoli serbatoi e viene misurato.

Queste misure possono essere ripetute ogni 10-15 minuti per diverse ore. Le misurazioni clinicamente rilevanti, ad esempio pericolosi picchi glicemici, possono essere anche inviati ai medici avvisandoli della necessità di un loro intervento. Il nuovo dispositivo è stato testato sulla pelle dei maiali e si è dimostrato in grado di monitorare con precisione i livelli di glucosio nell'intervallo osservato nei pazienti diabetici umani e in volontari sani umani, dove ancora una volta il cerotto è stato in grado di tracciare le variazioni di zucchero nel sangue in tutto il giorno.

Il prossimo passo consiste nel perfezionare il design del cerotto, nell'ottimizzare il numero dei sensori e di dimostrare la piena funzionalità del dispositivo.