Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchéMark Twain

Capelli: scoperto il meccanismo che ne regola il ciclo di vita e la vitalità

di Redazione Salute
Nuova interessante scoperta sui capelli e sui meccanismi alla base del loro ciclo vitale. Lo studio condotto dai ricercatori di Genova e Manchester è importante non solo per il benessere dei nostri capelli ma anche per la salute in generale
scoperto il meccanismo che ne regola il ciclo di vita e la vitalità dei capelli

Genova - Sulla rivista Plos Biology sono stati pubblicati i risultati di uno studio condotto da esperti dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) di Genova, coordinati da Benedetto Grimaldi, e dell'Università di Manchester. La scoperta riguarda l’autofagia, ossia la modalità che utilizzano le cellule per fare pulizia all’interno delle parti che le compongono, eliminando le sostanze tossiche o eventuali materiali danneggiati. 

Una buona notizia, visto che i risultati potrebbero essere di utile applicazione, non solo in caso di normale calvizie, ma anche come trattamento collaterale alla chemioterapia, oltre che per la prevenzione e la cura di diverse malattie, tra cui proprio i tumori. Per questo motivo, un contributo alla ricerca è arrivato anche da Airc, l'Associazione italiana per la ricerca sul cancro.

In sintesi, le cellule intrappolano all’interno di vescicole i materiali tossici che si sviluppano in seguito all’assunzione di farmaci o all’esposizione a radiazioni ultraviolette, trasformandole poi in sostanze non tossiche e addirittura utilizzandole come nutrimento. Un meccanismo di fondamentale importanza, poiché ha un effetto protettivo non solo nei confronti di malattie cardiovascolari ma anche neurodegenerative e tumori. 

I ricercatori si sono concentrati in particolare sugli effetti relativi al cuoio capelluto, scoprendo che stimolare questo processo di “autocannibalismo cellulare”, aumenta il benessere dei capelli e la possibilità di una ricrescita veloce. Si è evidenziato dunque che l’autofagia ha un ruolo fondamentale nel mantenere vivo e in buona salute il capello.

“I risvolti dello studio potrebbero essere in ambito cosmetico e terapeutico - hanno spiegato gli esperti dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova - prodotti che stimolano l’autofagia possono ritardare la caduta dei capelli o proteggerli da stress chimici associati a terapie farmacologiche.  Un esempio è l’alopecia, un effetto collaterale causato da molti farmaci antitumorali. La ricerca ha, inoltre, una rilevanza più estesa in ambito medico e farmacologico, poiché fornisce un modello ‘umano’ su cui testare direttamente l’efficacia di composti naturali o sintetici che, agendo sul processo autofagico, possono essere utilizzati per la cura e la prevenzione di diverse patologie, inclusi i tumori”.

Una scoperta che potrebbe essere di fondamentale importanza non solo per il benessere dei nostri capelli ma anche e soprattutto per la salute in generale.