Prima Pagina>Salute>Alfie chiede solo di poter continuare a vivere
Salute

Alfie chiede solo di poter continuare a vivere

A tre giorni dalla decisione dei medici e dei giudici di staccare le macchine che lo tengono in vita, il piccolo resiste. Suo papà aggiunge che suo figlio non ha più bisogno della terapia intensiva. E ora chiede di portarlo a casa

Londra (Regno Unito) – Il padre del piccolo Alfie Evans, affetto da una rara malattia neurodegenerativa, dice che oggi ci sarà un incontro con i medici per discutere di portare a casa suo figlio. Sky News riferisce che Tom Evans ha detto ai giornalisti davanti all’ospedale Alder Hey di Liverpool che suo figlio non ha più bisogno di essere in terapia intensiva. 

   “Siamo stati respinti ieri per andare in Italia, purtroppo“, ha detto. “Potremmo spingerci oltre, ma sarebbe la cosa giusta da fare, ci sarebbero piu’ critiche? Quindi quello che facciamo oggi e’ un incontro con i medici di Alder Hey e ora iniziamo a chiedere di andare a casa“.
   Tom Evans aggiunge: “Alfie non ha piu’ bisogno di cure intensive.”Alfie è sdraiato sul letto con un litro di ossigeno che entra nei suoi polmoni e il resto è lui. Alcuni dicono che è un miracolo, non e’ un miracolo, e’ una diagnosi errata“. 

   Evans ha sottolineato che suo figlio è stato staccato dalla ventilazione forzata tre giorni fa e non mostra segni di deterioramento. “Non si e’ svegliato, è ancora un po’ debole, ma quello che chiediamo è di andare a casa a sostenere la sua vita“, ha detto. Per Tom, i medici di Alder Hey potrebbero essersi “sbagliati” e ha aggiunto: “Alfie vive, comodamente, felicemente, senza ventilazione, senza alcuna forma di ventilazione“.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *