Prima Pagina>Regioni>Friuli Venezia Giulia>(ARC) Salute: Riccardi, FVG eccellenze volontariato in sanità e assistenza
Friuli Venezia Giulia Salute

(ARC) Salute: Riccardi, FVG eccellenze volontariato in sanità e assistenza

Udine, 28 giu – “Rendere la società civile ancora più civile, individuando percorsi che non soltanto portano alla risposta clinica, ma mettono in atto le condizioni per arrivare alla migliore risposta clinica, prendendosi la massima cura dei pazienti”.

È quanto dichiarato dal vicepresidente e assessore alla Salute, Riccardo Riccardi, inaugurando il progetto Risonanza magnetica nucleare a misura di bambino “Astronauta Bambino in orbita”, nella Clinica pediatrica di ASUIUD. 

Il progetto, ideato e realizzato internamente al reparto, in collaborazione con i volontari della sezione udinese della
Fondazione A.B.I.O., consente di sottoporre i bambini a esami diagnostici impegnativi, cercando di non farli spaventare per il rumore prodotto dalla macchina RMN e dalle modalità dello stesso esame. 

Il percorso, ideato dagli specialisti di Pediatria di Udine e con la collaborazione dell’Associazione Bambini in Ospedale (A.B.I.O.), prevede innanzitutto una simulazione delle fasi e delle caratteristiche dell’esame RMN eseguite in una stanza da gioco, nella quale al piccolo paziente viene fatto interpretare il personaggio di un astronauta. 

Questa modalità di simulazione, mescolata al racconto fiabesco, permette in seguito ai bambini di affrontare l’esame con minore stress e paura, consentendo migliori risultati diagnostici.

Il Friuli Venezia Giulia, ha detto Riccardi nel congratularsi con gli specialisti dell’ospedale e con le esponenti dell’A.B.I.O., “è terra caratterizzata da una grande propensione al dono e alla generosità, e dove tantissime persone animano un diffuso e propositivo sistema di volontariato, che rivolge le sue attenzioni verso chi soffre e ne ha più bisogno, offrendo il proprio tempo a favore degli altri”. 

Riccardi ha ribadito che il progetto di A.I.B.O. può essere considerato un’ulteriore conferma di come il sistema sanitario pubblico, per ottenere migliori risultati, debba concentrare sforzi e risorse laddove c’è la qualità dell’assistenza, dando risposte efficaci quando c’è maggior bisogno di sostegno.

“Con l’obiettivo – ha precisato – di sviluppare i servizi adeguandoli alle aspettative della nostra società, e dove la
casistica delle richieste e la professionalità del personale e degli specialisti sono elevate”.
ARC/CM

 281725 GIU 19