Prima Pagina>Salute>Il latte materno protegge dall’asma
Salute

Il latte materno protegge dall’asma

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’asma è la malattia cronica più comune nell’infanzia e una delle principali cause di ricovero in ospedale per i più piccoli

Prevenire questa patologia o ridurre notevolmente il rischio, è possibile semplicemente nutrendo al seno il proprio piccino.

Una bella notizia che va ad accrescere il già lungo elenco di benefici garantiti dal latte materno. In passato alcuni studi avevano già evidenziato il ruolo protettivo dell’allattamento nei confronti dell’asma e delle allergie, ma non tutti gli studiosi erano concordi su questo punto.

I dati raccolti dallo studio prospettico canadese Child, Canadian Healthy Infant Longitudinal Development, prendendo in considerazione le condizioni dei bambini in vari momenti della crescita, risultano infatti più affidabili rispetto agli studi retrospettivi, in cui ai genitori viene chiesto di raccontare esperienze del passato. I risultati confermano senza più possibilità di dubbio la riduzione del rischio di asma collegata all’allattamento.

Le poppate al seno possono ridurre il rischio di asma del 40 per cento. “Un dato che potrebbe rivelarsi anche più alto se prendiamo in considerazione i bambini che sono allattati esclusivamente al seno e hanno una storia familiare di asma”, sottolinea Azad professoressa in Pediatria e Salute Infantile presso l’Università di Manitoba e direttrice del gruppo di ricerca sull’asma nell’ambito di questo studio. “Abbiamo osservato infatti che il tasso di dispnea – ossia affanno, difficoltà respiratoria – è stato ridotto del 67 per cento per i neonati nutriti con solo latte materno, rispetto a quelli alimentati con latte artificiale. Mentre l’allattamento misto ha determinato una riduzione del respiro sibilante, uno dei primi sintomi dell’asma, del 37 per cento”.

Rispondi