Prima Pagina>Salute>Il Policlinico militare di Roma “Celio” eccellenza della medicina e chirurgia rigenerativa
Salute

Il Policlinico militare di Roma “Celio” eccellenza della medicina e chirurgia rigenerativa

Tra i più brillanti relatori al 4° Congresso internazionale della Società Europea di Rigenerazione Tissutale in Ortopedia e Traumatologia (ESTROT), tenutosi ad Heidelberg (Germania), i medici militari del Celio specialisti in medicina rigenerativa

Continua un’antica tradizione medica di eccellenza, quella dei nostri medici militari. 

Si è chiuso ieri ad Heidelberg (Germania) il 4 Congresso internazionale della Società Europea di Rigenerazione Tissutale in Ortopedia e Traumatologia (ESTROT), con la partecipazione dei più importanti e qualificati esperti internazionali della medicina e chirurgia rigenerativa. C’erano anche esperti del Policlinico militare di Roma “Celio”. Il brigadiere generale medico Marco Liccardo (specialista in Ortopedia e Traumatologia), membro della Faculty congressuale, ha presentato una relazione dal titolo “Regenerative medicine e surgery: PRP management” nella quale ha illustrato le ricerche sulle cellule staminali e sul gel piatrinico (PRP) effettuate presso il nocosomio militare. A sua volta il colonnello medico Vincenzo Piccinni (specialista in Ortopedia e Traumatologia) ha presentato un poster scientifico dal titolo “PRP in knee osteoarthritis: preliminary results looking for stadardization in orthopaedic practice”, illustrando i dati relativi al trattamento della artrosi al ginocchio con gel piastrinico e i promettenti sviluppi dei trattamenti di medicina rigenerativa in tale contesto.

L’evento ha visto inoltre la partecipazione del tenente colonnello medico Vincenzo Pipitone (specialista in Radiologia), il quale ha presentato un poster illustrando i risultati preliminari relativi ad una nuova tecnica eco guidata di infiltrazione con PRP a livello dell’anca per il trattamento della coxartrosi, tecnica che garantisce una notevole precisione nel raggiungere il sito di patologia con l’uso degli ultrasuoni.
   In una nota si sottolinea da parte dell’Esercito che La presenza di tre Ufficiali Medici del Celio, fra i pochi relatori italiani invitati a un così importante evento scientifico internazionale, conferma ancora una volta che il Policlinico militare di Roma e la sanità militare della forza armata sono “una realtà di assoluta eccellenza nel panorama della medicina sperimentale e scientifica internazionale”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *