Prima Pagina>Salute>La fatica sportiva aiuta ad essere felici. E’ provato scientificamente
Salute

La fatica sportiva aiuta ad essere felici. E’ provato scientificamente

Un recente studio universitario statunitense dimostra come ci sia una diretta correlazione fra lo sforzo fisico prolungato (ma non troppo) che si fa durante l’attività sportiva e la felicità. Vediamo come funziona il nostro cervello

Cosa c’è di meglio della sana stanchezza fisica dopo un paio d’ore di tennis, o una corsa di dieci chilometri? Chi è più felice di chi stia sudando le sette camice per mantenersi in forma? Niente e nessuno. Lo dice un recente studio dell’Università del Michigan, pubblicato sulla rivista Journal of Happiness Studies.

Basta un piccolo sforzo, anche fare esercizio fisico un giorno solo a settimana per appena 10 minuti per poter osservare un aumento nel livello di felicità. Gli studiosi esperti in chinesiologia Weiyun Chen e Zhanjia Zhang, che si occupano del movimento del corpo umano in ambito sportivo, ricreativo, e rieducativo con lo scopo di promuovere il benessere psicofisico della persona (postura, dimagrimento, potenziamento muscolare), hanno revisionato 23 ricerche sulla felicità e l’attività fisica. Alcuni erano studi di tipo osservazionale (in cui ci si limita a osservare ciò che accade), altri di tipo interventistico (in cui invece vi è qualche tipo di intervento). Anche i panel variavano: giovani, anziani, gruppi specifici, come ad esempio donne colpite da un tumore ovarico.
«I nostri risultati suggeriscono che la frequenza e il volume dell’attività fisica sono fattori essenziali nella relazione tra quest’ultima e felicità», evidenzia Chen.  Ecco i benefici del mantenersi in  movimento:

  • Riduce il rischio di mortalità
  • Contribuisce a prevenire il diabete di tipo 2
  • Diminuisce di malattie cardiovascolari.
  • Tiene sotto controllo la pressione arteriosa.
  • Riduce il rischio di sviluppare il tumore del colon
  • Rafforza l’apparato muscolare e scheletrico
  • Rende il corpo più armonioso e robusto
  • Aiuta a perdere peso ed a bruciare i grassi

Ma soprattutto, i risultati rilevati dagli studi comportamentali, hanno evidenziato che l’attività motoria stimola la produzione di molecole che favoriscono il buon umore, come le endorfine o la serotonina, migliorando lo stato di serenità. Si tratta infatti di vere droghe naturali, liberate nel sangue e nei tessuti da ipotalamo e ipofisi dopo uno sforzo, che secondo gli sportivi procurano piacere e leggerezza. La fatica fisica inoltre contrasta lo stress, perché riduce il livello di cortisolo nel sangue, l’ormone coinvolto nella depressione.

«Il corpo e la mente non sono in sintonia perché delle aree cerebrali, soprattutto quelle sensoriali, non sono utilizzate», conclude il ricercatore Chen.
Una ricetta che sembra semplice: fare 
jogging, sci di fondo, nuoto, camminata, ecc. Se proprio non è la ricetta della felicità assoluta, sicuramente migliorerà il benessere e con esso – è stato provato – l’umore

 

Rispondi