Prima Pagina>Salute>Un test sulla saliva per scoprire e prevenire le malattie immunitarie
Salute

Un test sulla saliva per scoprire e prevenire le malattie immunitarie

I progressi di scienza e medicina vanno di pari passo con nuovi metodi di analisi e diagnosi preventive, affidabili, precisi e meno invasivi. Dalla Russia arriva una novità: un’indagine basata sull’analisi della saliva tramite spettroscopia laser

L’Istituto di Fisica, Nanotecnologie e Telecomunicazioni dell’Università di San Pietroburgo ha messo a punto un nuovo metodo sperimentale che lavora con l’interazione tra lo spettro di luce del laser e la saliva umana, contraddistinta dalle stesse proteine immunitarie presenti nel sangue, però più semplice da reperire. Un metodo che permette indagini pratiche e veloci, decisamente meno invasive ma soprattutto un controllo semplice e tempestivo delle malattie immunitarie come diabete e sclerosi multipla, difficili da diagnosticare nelle prime fasi dello sviluppo, perché spesso e volentieri asintomatiche.

L’analisi spettroscopica della saliva permetterà di riconoscere in modo veloce e poco invasivo molte malattie prima dell’insorgere dei sintomi.

Il funzionamento dell’analisi proposta dai ricercatori.  Esponendo campioni di saliva alla luce di un laser:  scontrandosi con le proteine presenti nella saliva, il fascio luminoso viene riflesso con intensità diversa a secondo delle dimensioni delle particelle con le quali entra in collisione. Un misuratore si occupa quindi di captare il fascio di luce riflesso e di fornire una stima della grandezza della proteina immunitaria.

Nei processi di risposta immunitaria alla maggior parte delle patologie, spiegano i ricercatori, le proteine immunitarie si concentrano in agglomerati di dimensioni relativamente grandi: a particelle più grandi nella saliva corrisponderà quasi sicuramente il processo patologico che ha innescato la risposta immunitaria. Il metodo non solo permette di scoprire e prevenire alcune patologie, ma anche di approfondire l’andamento di una terapia, studiando i cambiamenti nel sistema immunitario e valutandone l’effettiva efficacia. Un modello di analisi che apre nuove prospettive sulla sperimentazione di farmaci sull’uomo, tramite lo studio dell’interazione tra farmaco e particelle immunitarie.

Rispondi