Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Sogna come se dovessi vivere per te. La vita è troppo breve per sprecarla a realizzare i sogni degli altriOscar Wilde

Milano, tam tam social per il principe azzurro del tram: "Dove sei?"

di Redazione Sociale
Un semplice “messaggio in bottiglia urbano”, un po' all'antica, diventa virale proprio grazie al lato buono dei social: "La notte del 9 maggio sei sceso qui. Eravamo sul 33, occhi blu e orecchino, mi hai lanciato un bacio. Dove sei?"
Tam tam social per il principe azzurro del tram

Poche parole, scritte in stampatello, su un foglio appeso su un muro nella zona Città Studi di Milano. Chissà chi l’ha scritto, sta di fatto che la ricerca del principe azzurro è esplosa sui social dopo che la giornalista e scrittrice Daniela Faggion, che abita proprio lì vicino, ha scattato una foto del foglio e ha fatto partire il tam tam social.

Su Instagram la Faggion è pazzaregina: "Ho iniziato la mia mattina fuori casa con questo cartello. Mi sono da subito esaltata, ho pensato alla beata sfacciataggine di chi ha apposto il messaggio, al fatto che l'amore e le #scuffie saranno sempre più fantasiosi e potenti di #smartphone e #socialnetwork. Insomma, mi sono completamente immedesimata in questo gesto delizioso e folle, nella preparazione e nell'attesa... Poi, mi sono fermata e ho riflettuto. Ahia. Il cartello non è affisso alla fermata del tram ma sul muro di un palazzo in ristrutturazione che sembra un'opera di #Christo tanto è ricoperto, come speri che #misterocchiblu possa vedere questo cartello?! Comunque, giacché sono una #vecchiagallina 🐔 romanticissima ho deciso di aiutarti. Vi prego amici, spammate a più non posso 😘".

"Quello che mi ha colpito è che sia stato appeso non alla fermata com'è logico che sia, ma sul muro di un palazzo in ristrutturazione in un punto anche abbastanza nascosto”, ha detto la scrittrice a Tgcom24 - Ho voluto dare visibilità in rete a un appello che invece per una volta ha tenuto fuori i social. Siamo abituati a muoverci nel tram con le teste basse sul telefonino, invece questo cartello racconta di due persone che sono tornate a guardarsi negli occhi. Ho immaginato la scena, mi sono immedesimata".

Non si sa perché l’autore del cartello abbia deciso di lasciarlo proprio lì, su un muro piuttosto che alla fermata. È certo però che chiunque l'abbia realizzato ci teneva a far arrivare il messaggio al destinatario, tanto che ha infilato il foglio in un blister di plastica per proteggerlo dalla pioggia.

Proprio per la singolarità della faccenda, e per il suo immedesimarsi nell’incontro di sguardi, Daniela Faggion ha deciso di aiutare chi ha lanciato l'appello a ritrovare il "ragazzo del tram" o quantomeno fargli sapere che il 16 maggio ci sarà qualcuno ad aspettarlo al Lume, un ristorante in zona Navigli. "Ho contattato anche il locale per capire se sapessero qualcosa, erano molto divertiti, ma hanno detto di non essere a conoscenza del biglietto, anche se hanno confermato che per mercoledì c'è una prenotazione per due". Magari a quel tavolo ceneranno proprio il ragazzo dagli "occhi blu e orecchino" e il misterioso mittente del messaggio.