Prima Pagina>Sociale>La ‘fiamma’ della solidarietà illumina le disarmonie sociali
Sociale

La ‘fiamma’ della solidarietà illumina le disarmonie sociali

“Siamo in costante contatto con i colleghi di Milano impegnati, prima di noi, nel raggiungere le stesse finalità. La nostra ‘mission’ pone al centro l’obiettivo sostegno mirato. Ci consideriamo un tramite sociale, un riferimento solidale

AOSTA. Il disagio sociale che non seleziona, ma colpisce con l’inesorabilità di un Destino già scritto. Contrastarlo e smussarne le angolazioni spigolose e pungenti è la ‘mission’ a cui si sono allineati i componenti di ‘AFIGI’, Associazione Fiamme Gialle Valle d’Aosta, costituita, di recente da un gruppo di appartenenti a questo Corpo di Forze dell’Ordine. Un ‘ensemble’ di persone desiderose di esprimere il ‘Calore della solidarietà 2018’.

  Ai ‘vertici’ del sodalizio il presidente Fabio Pasquale Zucco e il suo vice Piero Puozzo. Che annunciano: “Il 13 maggio prossimo, alle 15.30, al Teatro Splendor, organizzeremo uno spettacolo di solidarietà con,musica e cabaret a cui parteciperanno personaggi noti nel panorama dell’intrattenimento regionale. Devolveremo il ricavato al ‘Fondo Solidal…Monte’ e al ‘Premio Regionale per il Volontariato 2018, promosso dal Consiglio Valle”.

 Non è tutto. In questo ‘aprés-midi ‘ solidale emerge il richiamo alla partecipazione ad uno dei momenti  più allettanti per chi aderisce a queste manifestazioni: la lotteria, qualificata, per l’occasione, da 45 ricchi premi e…cotillons!. Regali garantiti da commercianti e aziende locali, motivati nell’offrire un contributo per concretizzare il nobile obiettivo di sostenere il prossimo in difficoltà.

  “I nostri soci – puntualizza Zucco – appartengono a tutte le  categorie sociali e possiamo anche confidare su un prestigioso seguito istituzionale”. Gratificazione definita da una realtà incontrovertibile: la fiducia riposta in chi ha scelto di dedicare parte del tempo libero al servizio sociale, dimostrando ‘nero su bianco’  il circuito delle donazioni. Una sorta di ‘tracciabilità’ indispensabile per rassicurare i benefattori. Non è un caso se l’Associazione Fiamme Gialle Valle d’Aosta può avvalersi di sponsor consolidati e in graduale aumento.

Il nostro vincolo è la territorialità delle nostre donazioni –  puntualizzano il presidente e il vice di AFIGI -. Sul nostro sito (www.afigivda.it)  è possibile informarsi in dettaglio sulla nostra attività di volontariato solidale”.

E, in questo ‘cahier’ colmo di appuntamenti benefici si legge come la predisposizione verso il prossimo meno fortunato non conosca ‘frontiere’. A giugno, i componenti dell’associazione approderanno a Nus, nel capannone allestito per l’AVRES, l’associazione regionale per la riabilitazione dei disabili attraverso la pratica dell’equitazione.  In programma, una  suggestiva cerimonia in cui i ragazzi e i loro educatori riceveranno un  regalo a sorpresa.

 Non vogliamo anticipare nulla – premette Fabio Pasquale Zucco – proprio perchè pensiamo che sarà davvero una improvvisata molto gradita, del tutto inattesa e, per questo, da ‘svelare’ al momento”.

  Da questo ‘microcosmo’ di incredibile valore vengono ‘lanciati satelliti’ di altrettanto pregio. I componenti, a cui si rivolgono varie tipologie di associazioni, studiano le problematiche e esaminano l’attuazione di progetti commisurati ai destinatari. Che dire, quindi, del ‘trattorino rasaerba’ che troneggia a Cascina Ollignan. Un’attrezzatura di grande utilità in un ambiente dove gli ospiti con vari handicap lavorano la campagna, allevano pollame, coltivano ortaggi, si occupano dei frutteti e della manutenzione di aree verdi.

    Si dice che sotto ogni tipo di divisa batta un cuore di uomini o donne con le peculiarità caratteriali di qualsiasi altra persona. La scelta di indossare l’uniforme delle ‘Fiamme Gialle’ comporta doveri molto più coinvolgenti di altre attività. Doveri che le ‘fiamme’ di AFIGI hanno trasformato in ‘piaceri’,’ passioni’, ‘incentivi’ dedicati.

  L’associazione ‘abbraccia’ anche il mondo dell’infanzia sofferente. I bambini autistici possono contare sul sostegno di questi filantropi. Il gruppo di ‘Tutti uniti per Ylenia’ ha già sperimentato la predisposizione al dono di AFIGI. “Ci prestiamo anche per i nostri soci – fanno sapere Fabio Pasquale Zucco e Piero Puozzo -.Abbiamo costituito gruppi di acquisto solidale e ascoltiamo, impegnandoci nel risolverli, qualsiasi problema ci venga esposto”, concludono. 

   

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *