Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! L’infelicità è più pesante della terra, nessuno sa lasciarla.Lao Tsu

Berlusconi firma l'impegno per la legge sul codice rosso grazie a Michelle Hunziker

di Redazione Spettacoli
E' partito col botto "Vuoi scommettere?", il nuovo programma condotto da Michelle Hunziker. Oltre 4 milioni di spettatori per la prima puntata dello show di cui è stato ospite anche Silvio Berlusconi
L'ex premier ospite a "Vuoi scommettere?" si impegna per la difesa delle donne
Michelle Hunziker fa firmare a Berlusconi un impegno per la legge in difesa delle donne

Con la sua fondazione Doppia Difesa da anni è impegnata nella lotta contro il femminicidio e per la difesa delle donne vittime di abusi. Ebbene, Michelle Hunziker ha sfruttato la partenza del suo nuovo programma dal titolo Vuoi scommettere? (in cui è affiancata anche dalla figlia Aurora, inviato speciale) per sfidare i politici italiani e convincerli ad approvare una legge che istituisca un codice rosso per tutte le denunce di violenza. Ecco dunque che la conduttrice di origine svizzera ha deciso di interpellare famosi rappresentanti della politica italiana per fargli firmare un documento scritto in cui si impegnano a portare avanti il disegno di legge che permetterà alle donne di avere la priorità assoluta in caso di accuse di tipo sessuale, che dovranno essere prese in considerazione dentro 24 massimo 48 ore dalle autorità giudiziarie.

Il primo ad essere interpellato per questa sorta di campagna, è stato Silvio Berlusconi, ospite della prima puntata del programma (al quale hanno partecipato anche Maria De Filippi, Alberto Tomba, Antonino Cannavacciuolo, Nek). Il leader di Forza Italia ha firmato il documento commentando: “Noi riteniamo che lo stato abbia come primo dovere garantire la sicurezza dei suoi cittadini, in questo caso le donne. E' un impegno che porteremo a termine, anche nei primi mesi della prossima legislatura".

La prima puntata di Vuoi scommettere?  ha registrato un boom di ascolti, ottenendo uno share del 23.2 per cento, e inchiodando davanti al teleschermo 4.091.000 spettatori.