Prima Pagina>Spettacolo>Barbara D’Urso perseguitata da un hater. La denuncia alla polizia e la scoperta dell’identità: è un giornalista
Spettacolo

Barbara D’Urso perseguitata da un hater. La denuncia alla polizia e la scoperta dell’identità: è un giornalista

 

La conduttrice si è sfogata in un lungo video postato sui social: “A tutti quelli che hanno approfittato di questa situazione per venirmi contro, vorrei dire che le cose non sono sempre come ve le raccontano”. Intanto il suo “Live – Non è La D’Urso” viene spostato di lunedì

Un video su Instagram, suddiviso in tre parti che insieme compongono un lungo sfogo. Lo ha condiviso Barbara D’Urso svelando di essere stata perseguitata a lungo tempo da un hater, dietro il quale si nascondeva un giornalista. Non solo. Il giornalista in questione era un apersona di cui lei si fidava e che le inviava contemporaneamente messaggi di complimenti sul suo cellulare. “Per circa un anno e mezzo c’è stato un profilo anonimo che aveva preso di mira il mio nome cambiando due vocali, che quotidianamente, più volte al giorno, pubblicava post davvero molto insultanti e aggressivi scatenando poi l’odio contro di me, contro i miei figli e contro la mia famiglia”, ha detto la conduttrice di punta di Mediaset.

Dopo mesi di persecuzione mi sono allarmata

“A un certo punto, vista l’insistenza, dopo mesi e mesi, ho iniziato ad allarmarmi e a chiedermi chi si nascondesse dietro questo profilo così tanto ossessionato da me. E così ho fatto una denuncia contro ignoti alla polizia postale”. Le indagini hanno permesso di scoprire il colpevole: dietro lo stalker si nascondeva un giornalista: “Ringrazio la polizia postale. Facendo delle indagini, ha scoperto che collegato, anche telefonicamente, con il proprietario del profilo, c’era un giornalista. Un giornalista del quale non mi interessa neanche fare il nome. Ora tutto il faldone è in mano agli avvocati”. Un giornalista che evidentemente ha una doppia faccia visto che la stessa Barbara durante il video legge un messaggio che il giornalista le ha inviato nel febbraio del 2018: “Un bacio e ti voglio bene. Continua come stai facendo se ti fa divertire e se ti fa piacere”. E poi incalza: “Se avessi saputo che dietro tutto questo c’era un giornalista non avrei fatto la denuncia e avrei evitato le indagini. Bastava semplicemente avere un po’ più di coraggio. E a tutti quelli che hanno approfittato di questa situazione per venirmi contro, vorrei dire che le cose non sono sempre come ve le raccontano. A meno che non pensiate che sia deontologicamente corretto nascondersi dietro un profilo anonimo”.

Se l’azienda chiama io sono sempre in prima linea

A parte questa disavventura, comunque, la carriera della stacanovista per eccellenza del piccolo schermo continua a gonfie vele. Ora Mediaset ha deciso di spostare il suo “Live – Non è la D’Urso” dalla prima serata della domenica a quella del lunedì, che orfana di “Temptation Island”, sarebbe rimasta sguarnita visto che il Grande Fratello Vip partirà solo nel 2020. E Barbara ha risposto come sempre: “Nuova sfida. Come sempre l’azienda chiama ed io sono in prima linea. Siamo stati il talk più seguito della domenica sera e ora andremo ad occupare il posto del GF Vip . Serata fondamentale per Mediaset. Vi aspetto”.

Rispondi