Corona: Con Fogli fatto cosa peggiore della mia vita

(Foto Fotogramma)

“Con Riccardo Fogli penso di aver fatto la cosa peggiore della mia vita, è stato il punto più basso della mia carriera. Mi sento una persona cattiva e sono pronto a prendermi le mie responsabilità”. Così Fabrizio Corona durante la conferenza stampa organizzata a Milano per “fare chiarezza su quello che è successo in questi giorni”.

L’ex re dei paparazzi si riferisce alla puntata di lunedì dell’Isola dei Famosi in cui ha affermato di essere in possesso di foto che proverebbero il tradimento di Karin, moglie di Riccardo Fogli, con Giampaolo Celli. Un intervento aspramente criticato che, non solo ha scatenato una vera e propria rivolta social, ma è costato il posto al capoprogetto del programma Cristiana Farina e altri autori con effetto immediato.

Il videomessaggio “è stato giusto dal punto di vista lavorativo”, afferma Corona. Ma “dal punto di vista umano ho sbagliato e prima di rifare cose di questo tipo dovrò riflettere di più; ma dal punto di vista lavorativo, è stata la risposta ad una accusa e quindi è stato giusto”. “Oggi – osserva – leggo sui giornali che due giornalisti, Renato Franco e Aldo Grasso, mi chiedono a che titolo l’ho fatto: per me è stato rispondere a una accusa su una notizia data dal sito del quale sono responsabile. Il titolo ce l’avevo ed era giustificato”. E poi “se questa cosa non fosse successa a Riccardo Fogli, il cantante dei Pooh, il cantante dei sentimenti, un uomo di una certa età, che si è messo a piangere in maniera straziante, non sarebbe successo niente”. Del resto, “a me dispiace, ma se a 70 anni decidi di metterti in gioco in un reality, devi anche mettere in conto che una cosa del genere può succedere”.

La capoprogetto dell’Isola dei Famosi, Cristiana Farina, “è stata licenziata perché ha un codice deontologico e doveva valutare ciò che sarebbe andato in onda; io non mi sento responsabile per il suo licenziamento e penso che ognuno debba difendere le proprie idee come ho fatto io in questi anni di tribunale”. “Quando decidi di fare una scelta editoriale – spiega Corona – devi valutare pro e contro, se è giusto o no; immagino poi che tutti sapessero del video e credo sia stato approvato sia da Mediaset che da Magnolia, è comunque una prima serata nazionale”. A chi gli chiede se ritenga che tutti abbiano valutato male le conseguenze, l’ex fotografo dei vip risponde: “Penso che giustamente Mediaset dovesse pretendere la testa di qualcuno per l’effetto che c’è stato”; in ogni caso, “conosco personalmente la capoprogetto e penso che sia tuttora convinta di quello che ha fatto e difenda il suo lavoro editoriale”.

“Il video integrale non sarà diffuso, ma con Giampaolo Celli, con il quale siamo amici da 20 anni, penso che pubblicheremo tutte le verità, visto che vuole fare una querela per diffamazione”, ha detto ancora Corona spiegando che “quel videoera molto più lungo ed è stato montato e tagliato; nel momento in cui si decide di fare una scelta editoriale, nessuno ti viene a chiedere ‘scusate, posso?'”. In ogni caso, “quel video non è nostro, è di proprietà di Magnolia, l’unica cosa che il Corona Magazine potrebbe pubblicare sono tutte le verità e i dialoghi, perché quelli li abbiamo tutti quanti”.

“Non credo nello stupore, anzi – sottolinea ancora l’ex fotografo – credo che Alessia Marcuzzi, che stimo e apprezzo, in questo momento ha l’obbligo di schierarsi, di dire la sua perché lei è il capitano, il timoniere di questa nave”.

Circa il pagamento del suo intervento nella puntata di lunedì, Corona aveva detto all’Adnkronos: “50.000 euro per un video di tre minuti? Chi ha messo in giro questa voce vuole solo continuare a speculare. Se volete continuare a scrivere fake news, fate pure. La storia è andata tutta in un altro modo e io oggi lo racconterò per filo e per segno”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi