Prima Pagina>Musica>Coronavirus, Irama: “Domani esce ‘Milano’, il ricavato andrà al Niguarda'” 
Musica Spettacolo

Coronavirus, Irama: “Domani esce ‘Milano’, il ricavato andrà al Niguarda'” 

 

di Ilaria Floris

Advertisements

“Era un periodo in cui ho visto la mia città in ginocchio, ho visto l’Italia soffrire e ho pensato che ogni persona con un minimo di senso civico dovesse cercare di fare qualcosa. Io faccio il musicista, e quello che posso offrire è la mia musica”. Intervistato dall’Adnkronos, Irama annuncia così l’uscita per domani del singolo

Advertisements
‘Milano’, dedicato alla sua città, che vede la partecipazione di Francesco Sarcina e i cui proventi sono interamente devoluti all‘ospedale Niguarda.

“Conoscevo bene una persona al Niguarda, mi sono messo in contatto con lei e così è nata l’idea di fare questo gesto -racconta Irama- Il mio messaggio non è quello di dire ‘date dei soldi’, ma quello di cercare di portare il mio piccolo esempio. Io dico: ‘i miei soldi li metto lì’, poi se si crea un esempio e altri vorranno farlo allora sono felicissimo che succeda”.

La collaborazione con Francesco Sarcina è nata perché “oltre a stimarlo molto come artista, penso che Francesco sia un simbolo di Milano, Le Vibrazioni sono uno di quei gruppi storici che hanno fatto veramente qualcosa, e quindi l’ho chiamato e lui ha accettato”. Irama rivela che, al singolo, seguirà a brevissimo un video realizzato interamente ‘ognuno a casa propria’.

“Abbiamo avuto un’idea artistica, e tra poco verrà fuori -svela- Abbiamo utilizzato una vecchia telecamera e ce la siamo spedita tra di noi, eravamo tre persone, raccontando una storia vera, reale. E poi alla fine mi sono messo con Lorenzo, un ragazzo col quale collaboro sempre, e abbiamo montato questo video”.

Il disco in uscita che seguirà a ruota il singolo, Irama lo descrive così: “Ha più sonorità. Io mi sto spostando verso il rock, è difficile dunque da catalogare in un genere, io vengo dal cantautorato, e sono sempre stato un po’ un ibrido”.

Ma ora, “con questo disco sto raccontando chi sono, c’è molto di quello che mi piace fare, me ne sto fott… delle regole del mercato, sto facendo quello che sento. Questo da una parte è un rischio…ma io sono un artista, non sono un imprenditore”.

 

 

 

Adnkronos.

 

Rispondi