SPETTACOLO
Roberto Bolle protagonista alla Scala de 'Le jeune homme et la mort'

Un’immagine dell’étoile scaligera Roberto Bolle protagonista a Milano de ‘Le jeune homme et la mort’ di Roland Petit

Mentre si concludono l’11 e il 14 gennaio le recite di ‘Sylvia’, titolo di apertura della nuova stagione di Balletto alla Scala, imminente è l’apertura delle rappresentazioni del secondo appuntamento in programma, ‘Serata van Manen – Petit’, dal 23 gennaio all’8 febbraio, che arricchisce il ciclo di balletti su musica da camera con cinque gemme di due maestri del Novecento, Hans van Manen e Roland Petit, esemplari del loro stile e legate in modo imprescindibile al tessuto musicale. Atteso protagonista l’étoile scaligera Roberto Bolle.

La genialità, vivente e prolifica, di Hans van Manen, raramente presente alla Scala, scaturirà da uno dei suoi pezzi-simbolo, ormai un classico del XX secolo, ‘Adagio Hammerklavier’, e da due brani mai eseguiti prima dal balletto scaligero ‘Sarcasmen’ e ‘Kammerballett’. Il genio di Roland Petit rivivrà con l’evocativo duetto maschile da uno dei suoi magistrali successi, ‘Proust, ou les intermittences du coeur’ e nel capolavoro esistenzialista ‘Le Jeune homme et la Mort’ sulla Passacaglia in do minore di Bach eseguita per organo, vedrà, dunque, iconico e intenso protagonista in diverse recite l’ étoile scaligera Roberto Bolle.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi