Prima Pagina>Cinema>David di Donatello: arrivano gli Oscar del cinema italiano
Cinema Spettacolo

David di Donatello: arrivano gli Oscar del cinema italiano

Ammore e malavita dei Manetti Bros è il film favorito alla vittoria con 15 candidature. In lizza anche il film di Gianni Amelio “La tenerezza” e quello di Ferzan Ozpetek “Napoli velata”. L’appuntamento è per il 21 marzo

63 anni di vita. 25 categorie in concorso. 1289 voti espressi su un totale di 1491 votanti. Sono solo alcuni numero dell’edizione 2018 dei David di Donatello 2018, i più importanti riconoscimenti del cinema italiano, che verranno assegnati nella serata di mercoledì 21 marzo. La cerimonia andrà in onda su Rai1 alle ore 21.15, e a fare da padrone di casa, sarà Carlo Conti, alla sua terza volta alla conduzione dell’evento (era già stato il presentatore dei David nel 1999 e nel 2000).

In gara il meglio della produzione italiana, uscita in sala tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2017, e fra tanti candidati, un vincitore è già sicuro: si tratta del grande cineasta statunitense Steven Sbielberg (regista tra gli altri di Lo squalo, Incontri ravvicinati del terzo tipo, E.T., la saga di Indiana Jones, Schindler’s List, il recente The Post), cui verrà assegnato un David alla carriera. «Siamo profondamente emozionati e onorati di consegnare il David alla Carriera a Steven Spielberg, fra i pochi che hanno realmente segnato la storia del cinema, plasmandola e riscrivendola secondo nuovi canoni», ha dichiarato Piera Detassis, presidente e direttore artistico dell’Accademia del cinema italiano. «Lo amiamo per quella sua straordinaria capacità di miscelare le possibilità offerte dalla tecnologia con la suggestione della narrazione, elevati tassi di spettacolarità con situazioni dal forte impatto emotivo: una ricetta che, applicata a quasi tutta la sua opera, ha prodotto un idioma rivoluzionario, divenuto immediatamente universale, in grado di innovare i generi tradizionali e demolire le frontiere, per arrivare a una platea di dimensioni mondiali».

Ma per tornare al cinema di casa nostra… Grandi favoriti di quest’anno sono i fratelli Marco e Antonio Manetti, produttori, sceneggiatori e registi di Ammore e Malavita (con Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini, e Carlo Buccirosso), film che si è aggiudicato ben 15 candidature tra cui miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura originale, miglior attrice non protagonista (Gerini) e miglior attore non protagonista (Buccirosso). La commedia musicale, in gara per il Leone d’oro alla scorsa Mostra del Cinema di Venezia, ha vinto vari premi collaterali (Premio Pasinetti al Cast e al film), ha ricevuto grandi consensi da parte di critici e giornalisti, e ha accumulato un incasso di circa 1,5 milioni di euro. Vera e propria dichiarazione d’amore nei confronti di Napoli (già al centro del precedente film dei Manetti Song’e Napule), Ammore e Malavita racconta in musica la storia di un boss della malavita partenopea, che per amore viene tradito da uno dei suoi più fidati collaboratori, tra pallottole, azione e canzoni.

Sempre Napoli è al centro di un’altra pellicola che si è aggiudicata diverse candidature ai David, ben otto: si tratta di Napoli Velata (con Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra) del regista turco naturalizzato italiano Ferzan Ozpetek, che si è imposto (tra le altre categorie) come miglior regia, miglior attore e attrice protagonista (Borghi e Mezzogiorno), miglior attore e attrice non protagonista (Barra e Bonaiuto), miglior fotografia (Gian Filippo Corticelli). La storia è quella di Adriana, medico legale, che si invaghisce di un uomo con cui aveva trascorso una notte di passione; quando lui viene trovato morto, la dottoressa inizia un’indagine sull’omicidio, ma soprattutto un’analisi di sé e del suo passato, in una Napoli piena di misteri e segreti.

Nell’edizione 63 dei David di Donatello si sono affermati anche, con 8 candidature a testa, altri tre film: Nico, 1988,  La Tenerezza e The Place. Il primo è scritto e diretto dalla regista Susanna Nicchiarelli (con Trine Dyrholm, John Gordon Sinclair, Anamaria Marinca), e racconta gli ultimi anni di vita dell’ex musa di Andy Warhol ed ex cantante dei Velvet Underground Christa Päffgen, meglio conosciuta come Nico. Miglior film, produttore e sceneggiatura originale sono le nomination più rilevanti, per un biopic che si è già affermato come miglior film della sezione Orizzonti della Mostra del cinema di Venezia 2017.

Parla invece di fragilità, solitudine e amicizia La tenerezza, il film di Gianni Amelio (con Micaela Ramazzotti, Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno e Renato Carpentieri) che, dopo aver vinto quattro Nastri d’argento, potrebbe portare a casa 8 statuette, tra cui miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista (Carpentieri), migliori attori non protagonisti (Germano e Ramazzotti). Il film drammatico racconta l’amicizia tra Lorenzo, avvocato in pensione solo e sopravvissuto a un infarto, e la sua nuova vicina di casa Michela, donna solare e sorridente la cui vicenda personale e familiare toccheranno in maniera profonda e indelebile la vita del protagonista.

A quota 8 candidature troviamo anche The Place (con un cast corale che comprende Marco Giallini, Alessandro Borghi, Sabrina Ferilli, Valerio Mastandrea, Silvio Muccino, Alba Rohrwacher), diretto da Paolo Genovese, che potrebbe vincere nelle categorie miglior regia, attore protagonista (Mastandrea), attrice non protagonista (Giulia Lazzarini) e sceneggiatura non originale. La vicenda è quella di un uomo misterioso che, al tavolo di un ristorante, incontra una serie di personaggi in cerca di fortuna.

Il gara nella categoria miglior film ci sono anche il drammatico A Ciambra di Jonas Carpignano (film che era stato designato a rappresentare l’Italia alla notte degli Oscar, ma non passò le selezioni preliminari), e il lungometraggio animato Gatta Cenerentola.

Per quanto riguarda la trasmissione della cerimonia, che dopo due edizioni prodotte da Sky e andate in onda sull’emittente satellitare, torna quest’anno in prima serata su Rai Uno, il conduttore Carlo Conti ha affermato: “Sono felicissimo di tornare a condurre i David di Donatello. Per me è la terza volta e spero di essere all’altezza. Sarà una serata evento, una celebrazione dei cinema italiano“.

Da parte sua, Piera Detassis (presidente e direttore artistico dell’Accademia David di Donatello) ha sottolineato come il David ebba “essere un volano per il nostro cinema, capace di celebrare le sue eccellenze e le sue diversità contribuendo ad attrarre pubblico e rivelare dei nuovi talenti. Quest’anno ha votato l’87% dei 1.491 componenti della giura dell’accademia, prima circa il 70%. Li abbiamo sollecitati fino all’ultimo per la votazione”.

Di seguito tutte le candidature al premio più ambito della settima arte made in Italy.

 

MIGLIOR FILM

A CIAMBRA
Regia di Jonas CARPIGNANO
AMMORE E MALAVITA
Regia di MANETTI BROS.
GATTA CENERENTOLA
Regia di Alessandro RAK — Ivan CAPPIELLO — Marino GUARNIERI — Dario SANSONE
LA TENEREZZA
Regia di Gianni AMELIO
NICO, 1988
Regia di Susanna NICCHIARELLI

 

MIGLIOR REGIA

A CIAMBRA
Regia di Jonas CARPIGNANO
AMMORE E MALAVITA
Regia di MANETTI BROS.
LA TENEREZZA
Regia di Gianni AMELIO
NAPOLI VELATA
Regia di Ferzan OZPETEK
THE PLACE
Regia di Paolo GENOVESE

 

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE

BRUTTI E CATTIVI
Regista esordiente Cosimo GOMEZ
CUORI PURI
Regista esordiente Roberto DE PAOLIS
EASY – UN VIAGGIO FACILE FACILE
Regista esordiente Andrea MAGNANI
I FIGLI DELLA NOTTE
Regista esordiente Andrea DE SICA
LA RAGAZZA NELLA NEBBIA
Regista esordiente Donato CARRISI

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

A CIAMBRA
Jonas CARPIGNANO
AMMORE E MALAVITA
MANETTI BROS. — Michelangelo LA NEVE
LA RAGAZZA NELLA NEBBIA
Donato CARRISI
NICO, 1988
Susanna NICCHIARELLI
TUTTO QUELLO CHE VUOI
Francesco BRUNI

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

LA GUERRA DEI CAFONI
Barbara ALBERTI, Davide BARLETTI, Lorenzo CONTE, Carlo D’AMICIS
LA TENEREZZA
Gianni AMELIO, Alberto TARAGLI
SICILIAN GHOST STORY
Fabio GRASSADONIA, Antonio PIAZZA
THE PLACE
Paolo GENOVESE, Isabella AGUILAR
UNA QUESTIONE PRIVATA
Paolo e Vittorio TAVIANI

 

MIGLIOR PRODUTTORE

A CIAMBRA
Stayblack Productions, Jon COPLON, Paolo CARPIGNANO, con Rai Cinema
AMMORE E MALAVITA
Carlo MACCHITELLA e MANETTI Bros. con Rai Cinema
GATTA CENERENTOLA
Luciano STELLA e Maria Carolina TERZI per Mad Entertainment, con Rai Cinema
NICO, 1988
Marta DONZELLI e Gregorio PAONESSA per Vivo Film, con Rai Cinema, Joseph ROUSCHOP e Valérie BOURNONVILLE per TARANTULA
SMETTO QUANDO VOGLIO SAGA
Domenico PROCACCI e Matteo ROVERE, con Rai Cinema

 

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

COME UN GATTO IN TANGENZIALE
Paola CORTELLESI
FORTUNATA
Jasmine TRINCA
IL COLORE NASCOSTO DELLE COSE
Valeria GOLINO
NAPOLI VELATA
Giovanna MEZZOGIORNO
SOLE CUORE AMORE
Isabella RAGONESE

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

COME UN GATTO IN TANGENZIALE
Antonio ALBANESE
EASY – UN VIAGGIO FACILE FACILE
Nicola NOCELLA
LA TENEREZZA
Renato CARPENTIERI
NAPOLI VELATA
Alessandro BORGHI
THE PLACE
Valerio MASTANDREA

 

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

AMMORE E MALAVITA
Claudia GERINI
COME UN GATTO IN TANGENZIALE
Sonia BERGAMASCO
LA TENEREZZA
Micaela RAMAZZOTTI
NAPOLI VELATA
Anna BONAIUTO
THE PLACE
Giulia LAZZARINI

 

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

AMMORE E MALAVITA
Carlo BUCCIROSSO
FORTUNATA
Alessandro BORGHI
LA TENEREZZA
Elio GERMANO
NAPOLI VELATA
Peppe BARRA
TUTTO QUELLO CHE VUOI
Giuliano MONTALDO

 

MIGLIOR AUTORE DELLA FOTOGRAFIA

A CIAMBRA
Tim CURTIN
MALARAZZA – UNA STORIA DI PERIFERIA
Gianni MAMMOLOTTI
NAPOLI VELATA
Gian Filippo CORTICELLI
SICILIAN GHOST STORY
Luca BIGAZZI
THE PLACE
Fabrizio LUCCI

 

MIGLIOR MUSICISTA

AMMORE E MALAVITA
PIVIO e Aldo DE SCALZI
GATTA CENERENTOLA
Antonio FRESA, Luigi SCIALDONE
LA TENEREZZA
Franco PIERSANTI
NAPOLI VELATA
Pasquale CATALANO
NICO, 1988
Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo

 

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

AMMORE E MALAVITA
“BANG BANG”
musica di PIVIO & Aldo DE SCALZI
testi di NELSON
interpretata da Serena ROSSI, Franco RICCIARDI, Giampaolo MORELLI

GATTA CENERENTOLA
“A CHI APPARTIENI”
musica e testi di Dario SANSONE
interpretata da FOJA

RICCARDO VA ALL’INFERNO
“FIDATI DI ME”
musica e testi di Mauro PAGANI
interpretata da Massimo RANIERI, Antonella LO COCO

SICILIAN GHOST STORY
“ITALY”
musica di Anja PLASCHG, Anton SPIELMANN
testi di Anja PLASCHG
interpretata da SOAP&SKIN

THE PLACE
“THE PLACE”
musica di Marco GUAZZONE, Giovanna GARDELLI, Matteo CURALLO, Stefano COSTANTINI, Edoardo CICCHINELLI
testi di Marco GUAZZONE, Giovanna GARDELLI
interpretata da MARIANNE MIRAGE

 

MIGLIOR SCENOGRAFO

AMMORE E MALAVITA
Noemi MARCHICA
BRUTTI E CATTIVI
Maurizio SABATINI
LA RAGAZZA NELLA NEBBIA
Tonino ZERA
LA TENEREZZA
Giancarlo BASILI
NAPOLI VELATA
Ivana GARGIULO
RICCARDO VA ALL’INFERNO
Luca SERVINO

 

MIGLIOR COSTUMISTA

AGADAH
Nicoletta TARANTA
AMMORE E MALAVITA
Daniela SALERNITANO
BRUTTI E CATTIVI
Anna LOMBARDI
NAPOLI VELATA
Alessandro LAI
RICCARDO VA ALL’INFERNO
Massimo CANTINI PARRINI

 

MIGLIOR TRUCCATORE

AMMORE E MALAVITA
Veronica LUONGO
BRUTTI E CATTIVI
Frédérique FOGLIA
FORTUNATA
Maurizio FAZZINI
NAPOLI VELATA
Roberto PASTORE
NICO, 1988
Marco ALTIERI
RICCARDO VA ALL’INFERNO
Luigi CIMINELLI, Valentina IANNUCCILLI

 

MIGLIOR ACCONCIATORE

AMMORE E MALAVITA
Antonio FIDATO
BRUTTI E CATTIVI
Sharim SABATINI
FORTUNATA
Mauro TAMAGNINI
NICO, 1988
Daniela ALTIERI
RICCARDO VA ALL’INFERNO
Paola GENOVESE

 

MIGLIOR MONTATORE

A CIAMBRA
Affonso GONÇALVES
AMMORE E MALAVIT
AMMORE E MALAVITA
Federico Maria MANESCHI
LA RAGAZZA NELLA NEBBIA
Massimo QUAGLIA
NICO, 1988
Stefano CRAVERO
THE PLACE
Consuelo CATUCCI

 

MIGLIOR SUONO

A CIAMBRA
Presa diretta, Microfonista, Montaggio: Giuseppe TRIPODI – Creazione suoni: Florian FEVRE – Mix: Julien PEREZ
AMMORE E MALAVITA
Presa diretta: Lavinia BURCHERI – Microfonista: Simone COSTANTINO – Montaggio: Claudio SPINELLI – Creazione suoni: Gianluca BASILI, Sergio BASILI – Mix: Nadia PAONE
GATTA CENERENTOLA
Presa diretta: Andrea CUTILLO – Montaggio: TIMELINE STUDIO – Creazione suoni: Giorgio MOLFINI, TIMELINE STUDIO – Mix: TIMELINE STUDIO
NAPOLI VELATA
Presa diretta: Fabio CONCA – Microfonista: Giuliano MARCACCINI — Daniele DE ANGELIS – Montaggio: Giuseppe D’AMATO, Antonio GIANNANTONIO, Dario CALVARI – Creazione suoni: Giuseppe D’AMATO, STUDIO 16 – Mix: Alessandro CHECCACCI
NICO, 1988
Presa diretta: Adriano DI LORENZO – Microfonista: Alberto PADOAN – Montaggio: Marc BASTIEN – Creazione suoni: Eric GRATTEPAIN – Mix: Franco PISCOPO

 

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI

ADDIO FOTTUTI MUSI VERDI
Chromatica, Wonderlab, Hive Division
AMMORE E MALAVITA
Palantir Digital
BRUTTI E CATTIVI
Autrechose
GATTA CENERENTOLA
Mad Entertainment
MONOLITH
Frame by Frame

 

MIGLIOR DOC

’78 – VAI PIANO MA VINCI
di Alice FILIPPI
EVVIVA GIUSEPPE
di Stefano CONSIGLIO
LA LUCIDA FOLLIA DI MARCO FERRERI
di Anselma DELL’OLIO
SARO
di Enrico MARIA ARTALE
THE ITALIAN JOBS – PARAMOUNT PICTURES E L’ITALIA
di Marco SPAGNOLI

 

MIGLIOR FILM EUROPEO

12 BATTITI AL MINUTO
di Robin CAMPILLO (Teodora Film)
BORG MCENROE
di Janus METZ PEDERSEN (Lucky Red)
ELLE
di Paul VERHOEVEN (Lucky Red)
LOVING VINCENT
di Dorota KOBIELA e Hugh WELCHMAN (Adler Entertainment, Nexo Digital)
THE SQUARE
di Ruben OSTLUND (Teodora Film)

 

MIGLIOR FILM STRANIERO

DUNKIRK
di Christopher NOLAN (Warner Bros. Entertainment Italia)
L’INSULTO
di Ziad DOUEIRI (Lucky Red)
LA LA LAND
di Damien CHAZELLE (01 Distribution)
LOVELESS
di Andrey ZVYAGINTSEV (Academy Two)
MANCHESTER BY THE SEA
di Kenneth LONERGAN (Universal Pictures International Italy)

 

MIGLIOR CORTO

BISMILLAH
di Alessandro GRANDE
CONFINO
di Nico BONOMOLO
LA GIORNATA
di Pippo MEZZAPESA
MEZZANOTTE ZERO ZERO
di Nicola CONVERSA
PAZZO & BELLA
di Marcello DI NOTO

 

DAVID GIOVANI

GATTA CENERENTOLA
di Alessandro RAK, Ivan CAPPIELLO, Marino GUARNIERI, Dario SANSONE
GRAMIGNA – Volevo una vita normale
di Sebastiano RIZZO
SICILIAN GHOST STORY
di Fabio GRASSADONIA e Antonio PIAZZA
THE PLACE
di Paolo GENOVESE
TUTTO QUELLO CHE VUOI
di Francesco BRUNI

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *