Prima Pagina>Spettacolo>Lirica: a Trapani in scena ‘Otello’ tra nudi maschili 
Spettacolo

Lirica: a Trapani in scena ‘Otello’ tra nudi maschili 

La regia del capolavoro di Verdi è firmata da Andrea Cigni

Pubblicato il: 12/08/2019 13:18

Dopo ‘La traviata’ nel mondo del burlesque dell’anno scorso, Andrea Cigni ‘rivisita’ un altro capolavoro di Giuseppe Verdi per il Luglio Musicale Trapanese. Stavolta è l”Otello’ ad essere riproposto in chiave contemporanea dal regista toscano, che ambienta il dramma della gelosia e degli inganni in una caserma della prima metà del ‘Novecento. E dopo avere dato scandalo con il manifesto dell’opera, che ritrae un uomo nudo sotto la doccia, ecco che il pubblico accorso ieri sera per la prima al Teatro open air Giuseppe Di Stefano di Trapani, si ritrova nel primo atto ben tre soldatoni muscolosi che fanno la doccia nudi come li ha fatti mammà, mentre Jago architetta con Roderigo l’inganno che condurrà Otello alla catastrofe.

In una nota del ‘Luglio Musicale Trapanese’ si tiene a precisare che “nel gioco del vedo-non vedo, per qualche secondo i corpi scolpiti si mostrano senza vergogna. Sia ben inteso, nessuna volgarità. Cigni usa la provocazione con eleganza e sapiente raffinatezza, e rivisita il testo shakespeariano lavorando sugli snodi psicologici che determinano la dinamica dell’ambiguo”. La storia viene collocata da Cigni nella prima metà del Novecento, in una caserma in cui gli uomini (i soldati) animano la vita di una piccola isola dell’Egeo appena occupata, con le loro donne e i figli e alla presenza della popolazione locale. Sul podio dell’orchestra del Luglio Musicale Trapanese, Andrea Certa, mentre le scene e i costumi sono di Tommaso Lagattolla e le luci di Fiammetta Baldiserri.

Kristian Benedikt, già veterano nel ruolo, è Otello mentre Jago è Angelo Veccia e Francesca Sassu interpreta Desdemona. La lettura di Cigni, secondo il quale ‘Otello’ “è un’opera ‘fisica’ e ‘mentale'”, punta a fare del ‘maschilismo’ il centro gravitazionale dell’intero capolavoro verdiano. Un maschilismo che domina tutto il racconto e che passa sopra a tutto, anche a costo della vita, come la cieca crudeltà di Otello nei confronti di Desdemona. La seconda recita sarà domani 13 agosto, alle ore 21.00 al Teatro open air Giuseppe Di Stefano, a Trapani.

 

 

Adnkronos.

 

Rispondi