Prima Pagina>Spettacolo>Musica: esce nel mondo colonna sonora ‘Frida. Viva la Vida’ di Remo Anzovino 
Spettacolo

Musica: esce nel mondo colonna sonora ‘Frida. Viva la Vida’ di Remo Anzovino 

SPETTACOLO
E' di Remzo Anzovino la colonna sonora del doc 'Frida. Viva la Vida'

Remo Anzovino

Esce oggi in tutto il mondo il nuovo lavoro del compositore e pianista Remo Anzovino, la colonna sonora del docufilm ‘Frida. Viva La Vida’, dedicato a Frida Kahlo e prodotto da Ballandi Arts e Nexo Digital con la direzione di Giovanni Troilo. Oltre al mix tra temi orchestrali e musiche elettroniche, la colonna sonora è impreziosita dalla canzone originale del film firmata da Anzovino ‘Yo te cielo (Cancion para Frida)’. Il docufilm, presentato in anteprima al 37° Torino Film Festival, Sezione Festa Mobile, sarà nelle sale italiane soltanto per tre giorni i prossimi 25, 26 e 27 novembre.

La lunga collaborazione con Nexo Digital e Sony Masterworks si arricchisce ora di un nuovo capitolo dedicato ad un’icona assoluta dell’arte novecentesca, simbolo di una femminilità contemporanea e estranea ai cliché. Una sfida che ha fatto nascere la prima vera e propria canzone di Anzovino che ne firma, oltre alla musica, anche il testo, costruito in spagnolo attorno alla citazione di un frammento di una lettera che Frida Kahlo indirizzò al poeta messicano Carlos Pellicer: ‘Yo te cielo, así mis alas se extíenden enormes para amarte sin medida’ (Io ti cielo, affinché le mie ali si aprano a dismisura per amarti senza confini). La voce di Frida è stata affidata ai colori caldi e bruniti della cantante e attrice turca Yasemin Sannino, già nota per Birdenbire e And Never Tell ne ‘Le Fate Ignoranti’ di Ferzan Özpetek, nonché dall’intervento lirico e poetico del grande trombettista jazz Flavio Boltro.

L’uscita di ‘Frida. Viva La Vida’ completa il progetto e anticipa a sua volta la pubblicazione internazionale, prevista per il 13 dicembre prossimo, di Art Film Music, il box set celebrativo che contiene in 5 cd l’intera collezione delle sue colonne sonore per i film d’arte, arricchito dalle note introduttive del critico inglese John Mansell.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi