SPETTACOLO
Quartetto Werther vince Concorso Burri

È il Quartetto Werther il vincitore del Concorso nazionale Alberto Burri per gruppi giovanili di musica da camera 2019, riconoscimento promosso dal Festival delle Nazioni e giunto quest’anno alla sua terza edizione. Nella selezione finale che si è svolta ieri pomeriggio a porte aperte nella Sala degli specchi del Circolo degli Illuminati di Città di Castello, la giovanissima formazione composta da Misia Iannoni Sebastianini (22 anni) al violino, Martina Santarone (23 anni) alla viola, Simone Chiominto (22 anni) al violoncello e Antonino Fiumara al pianoforte (26 anni) si è aggiudicata il primo premio eseguendo magistralmente il Quartetto per pianoforte e archi op. 47 di Robert Schumann e superando quindi gli altri due gruppi finalisti: il Duo Escher e il Faccini Piano Duo.

Ai vincitori un riconoscimento economico pari a cinquemila euro: metà della somma è stata consegnata ieri sera, nell’ambito della cerimonia di premiazione che si è svolta in apertura del concerto di Ning Feng e Nicholas Rimmer nella Chiesa di San Domenico di Città di Castello; l’altra metà sarà il compenso per un concerto da svolgersi nell’ambito della cinquantatreesima edizione del Festival delle Nazioni. Il concorso è dedicato in particolare ai gruppi di musica da camera composti da giovani musicisti la cui età media non superi i trentadue anni, nati o residenti in Unione Europea e diplomati nei conservatori o negli istituti musicali superiori riconosciuti. La giuria, presieduta dal direttore artistico del Festival delle Nazioni Aldo Sisillo, è composta da musicisti e critici musicali di chiara fama: Oreste Bossini, Pierachille Dolfini, Mauro Mariani e Francesco Arturo Saponaro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi