Prima Pagina>Spettacolo>Musica: S.Cecilia omaggia Berio con concorso per compositori under 40  
Spettacolo

Musica: S.Cecilia omaggia Berio con concorso per compositori under 40  

Concorso per compositori under 40, S. Cecilia omaggia Berio

Luciano Berio

L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e le più importanti istituzioni sinfoniche italiane rendono omaggio a Luciano Berio promuovendo un nuovo concorso per compositori under 40 con cadenza triennale. La manifestazione è istituita dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, in collaborazione con il Centro Studi Luciano Berio, ed è dedicata al nome di Luciano Berio, compositore italiano tra i più famosi al mondo e figura di spicco del XX secolo.

Frutto della collaborazione con la Siae, la Filarmonica della Scala, la Fondazione Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e la Fondazione Boris Christoff, il concorso è finalizzato all’assegnazione di una commissione del valore di 20.000 euro per la composizione di un brano originale per orchestra sinfonica da eseguirsi in prima mondiale nella Stagione Sinfonica 2020-2021 dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, sotto la direzione di Antonio Pappano. Il brano composto dal vincitore del Concorso sarà pubblicato dalla Universal Edition (UE) e sarà successivamente inserito nella programmazione delle orchestre partner.

Una cordata di eccellenze nell’ambito delle Istituzioni musicali unite per promuovere una competizione rivolta ai giovani compositori, un modo per valorizzare nuovi talenti che evoca una lunga tradizione ripresa alla fine degli anni Novanta con quattro edizioni del Concorso Internazionale di composizione (2000, 2003, 2006 e 2009), presieduto nel 2000 dallo stesso Berio, che è stato presidente dell’Accademia di Santa Cecilia per un triennio fino al 2003. A completare il mosaico internazionale sarà una giuria rappresentativa di cinque paesi e tre continenti, presieduta dal direttore musicale dell’Accademia, Pappano, e composta dall’italiano Ivan Fedele, dalla coreana Unsuk Chin, dal francese Tristan Murail e dall’americana Augusta Read Thomas.

“È bello quando un’idea raccoglie tanti consensi – afferma il presidente-sovrintendente di Santa Cecilia, Michele dall’Ongaro – Dedicare un importante concorso di composizione musicale alla memoria di Luciano Berio è sembrato a tutti una grande occasione per rendere omaggio, non solo allo straordinario musicista ma anche a uno degli intellettuali più influenti del XX Secolo. L’Accademia di Santa Cecilia, insieme alle massime Istituzioni musicali italiane con le quali Berio ha avuto una storia forte, importante e duratura, è orgogliosa di presentare questo progetto che riunisce tutte le eccellenze intorno alla figura di un artista così significativo per la storia di Santa Cecilia e, più in generale, per la società. Una giuria di indiscusso prestigio internazionale presieduta da Antonio Pappano, un grande editore quale la Universal Edition, la Siae e l’appoggio entusiasta e convinto di Talia Pecker Berio e della famiglia, che ringrazio a nome dell’Accademia di Santa Cecilia per la gentile concessione di intitolare il concorso a Luciano Berio, lo rendono un evento di punta per la musica nuova e per la cultura musicale del nostro Paese e non solo”.

Nella stessa stagione 2020/21 verrà eseguito un pezzo sinfonico di Berio e verrà organizzata una giornata di studio coordinata dal Centro Studi Luciano Berio, fondato nel 2009 dalla vedova del compositore. “È con commozione e solennità che saluto – dice Talia Pecker Berio – anche a nome della famiglia che rappresento, la nascita del Concorso Internazionale di Composizione ‘Luciano Berio’, promosso dall’Accademia Nazionale Santa Cecilia in collaborazione con il Centro Studi Luciano Berio. Il progetto è di reciproca dignità: quella della più antica Istituzione musicale italiana e dell’opera di un musicista che ha incarnato la contemporaneità senza confini nonché la dialettica tra epoche, generi e luoghi; quella di una gloriosa tradizione concertistica e di chi desiderava proiettarla nel futuro; quella di una nobile ‘casa della musica’ e di chi, con tenacia e lungimiranza, l’ha accompagnata nella moderna dimora di un ‘parco’ aperto a tutti”.

“L’impostazione del Concorso – prosegue la Peker Berio – con una giuria mista genuinamente cosmopolita e il consorzio tra diverse Istituzioni, riflette lo spirito di Berio che credeva nel dialogo e nella collaborazione come principi di vita. La programmazione nella stagione 2020/21 di una delle sue più significative opere orchestrali ne sarà la diretta espressione. La realizzazione nella stessa stagione di un incontro di studi coordinato dal Centro Studi Luciano Berio costituirà un’indispensabile momento di riflessione sui significati dell’operato di Berio come promotore di un’idea universale di musica, operato che ha avuto la sua ultima e importante stazione proprio all’Accademia di Santa Cecilia”. Le iscrizioni del concorso si chiuderanno il 1 luglio 2019; la fase eliminatoria si concluderà entro il 30 settembre 2019 e porterà all’individuazione dei compositori finalisti. La fase finale si terrà a Roma il 13 e 14 ottobre 2019.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi