Niccolò Fabi al Musart Festival di Firenze – Due ore di musica, parole e condivisione

Sabato 24 luglio Niccolò Fabi inizia il viaggio live

“È una gioia vedere la macchina ripartire, trovare spettatori felici di poter rivivere questo momento così simbolico dell’aggregazione emotiva e fisica che è il concerto”.
Ripartire non è semplice, ma è essenziale… Niccolò Fabi ha iniziato il viaggio live che sabato 24 luglio lo porterà in piazza della Santissima Annunziata a Firenze, ospite del Musart Festival 2021.

Inizio ore 21,15. I biglietti – 30/38/45 euro – sono in disponibili online sul sito ufficiale www.musartfestival.it (info info@prgfirenze.it) e nei punti Boxoffice Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita – info tel. 055.210804). Biglietti in vendita anche la sera del concerto dalle ore 19 presso la biglietteria Musart in piazza Brunelleschi. Ricordiamo che restano validi i biglietti emessi per il 26 giugno 2020 al Teatro Romano di Fiesole, data originaria dello spettacolo, poi riprogrammato per l’emergenza Covid: è possibile che la posizione scelta possa subire variazioni che permettano l’applicazione delle norme di sicurezza.

Lo spettacolo è una esperienza in cui immergersi totalmente, lasciandosi trasportare da due ore ininterrotte di musica. Un movimento continuo in cui le parole e il suono si mescolano andando a creare una condizione “spirituale” ed “emotiva” che avvicina musicisti e pubblico, creando un virtuale abbraccio collettivo.

Un viaggio tra i sentimenti con cui Niccolò Fabi, muovendosi con totale libertà artistica libero da schemi e generi di appartenenza, mette in scena le verità raccontate attraverso le sue canzoni: un crescendo continuo di emozioni che passa attraverso i racconti di brani come “Evaporare”, “Una somma di piccole cose”, “Filosofia Agricola”, “Elementare”, fino ad arrivare a “Una buona idea”, “Diventi Inventi”, “Il negozio di antiquariato”, e “Lasciarsi un giorno a Roma… solo per citarne alcune.

Non mancano momenti di leggerezza e di forte coinvolgimento musicale grazie agli ottimi musicisti di cui Niccolò si circonda. Oltre ai cantautori Roberto Angelini, Pier Cortese e Alberto Bianco, per cui Niccolò diventa a sua volta musicista, in un momento centrale del concerto, troviamo alla batteria Filippo Cornaglia e alle tastiere Daniele “Mr Coffee” Rossi.

“L’ultimo album ‘Tradizione e Tradimento’ è uscito da un anno e mezzo ormai e le sue canzoni sono finite in quel ‘grande cassetto’ da cui attingo cose senza stare a guardare l’anagrafe. Ecco perché il concerto non si focalizza particolarmente sul repertorio di ‘Tradizione e Tradimento’, ma spazia un po’ tra tutta la mia produzione”.

Sempre sabato 24 luglio, alle ore 18,45 (biglietto 9,20 euro), nel Chiostro di Levante in piazza Brunelleschi, Musart Festival propone il concerto di Mirko Onofrio (sax, clarinetto) e Stefano Amato (violoncello), nell’ambito della rassegna “E adesso tocca a me” dedicata a session-men, musicisti, arrangiatori, compositori che affiancano da anni i big della musica d’autore e del pop. Storici collaboratori di Brunori Sas, proporranno brani propri e degli artisti con cui hanno suonato.

Exit mobile version