Prima Pagina>Spettacolo>Parietti contro Cuccarini  
Spettacolo

Parietti contro Cuccarini  

SPETTACOLO


Parietti contro Cuccarini

(Fotogramma)

“Non sapevo che Lorella si occupasse di politica…”. Alba Parietti commenta così ai microfoni di Rai Radio2 nel corso de ‘I Lunatici’ le parole di Lorella Cuccarini al settimanale ‘Oggi’ sulla situazione politica in Italia. “Ha detto che questo governo ha fatto più cose di sinistra degli altri governi?”, dice Parietti, aggiungendo: “Interessante questo suo spunto sociologico e politico. Quindi dopo Gramsci e Berlinguer c’è Salvini. E’ veramente una teoria molto molto interessante che mi fa capire quanto sia attenta alla politica e alla storia…”.

“); } else { document.write(“”); }

“Mi sembra evidente che il pensiero di Lorella – continua – sia ben allineato con Salvini e mi sembra che lo esprima addirittura evocando la sinistra. Salvini è talmente bravo a fare la propria politica che non credo abbia ulteriormente bisogno di sostenitori. Mi sembra ne abbia già abbastanza”. Poi va all’attacco: “Il carro dei vincitori è sempre molto pieno. C’è sempre molto poco posto. Io non riesco a star comoda su questo carro. Trovo che tutta questa rincorsa a soccorrere il vincitore, che è lo sport nazionale più praticato, sia poco divertente. E’ molto meglio in questo momento, per fingere almeno di essere ancora in democrazia, provare ad esprimere un pensiero contrario”.








“Salvini in questo momento – sottolinea Parietti – è vincitore a tutti gli effetti, definirlo addirittura più di sinistra di quelli di sinistra mi pare veramente azzardato. Se vogliamo paragonare Salvini a Che Guevara, a questo punto Berlusconi era Trockij”. “Mi divertirebbe – aggiunge poi – un confronto in un talk con la Cuccarini, vorrei capire qual è la sua concezione della sinistra. Salvini ha bisogno di tutto tranne che di soccorritori, vorrei capire come si formano certi pensieri”. E conclude: “Cosa ci vede di sinistra la Cuccarini nella politica di Salvini?”.

“); } else { document.write(“”); }

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *