Prima Pagina>Spettacolo>Rula Jebreal a Sanremo? Sui social divampa la polemica  
Spettacolo

Rula Jebreal a Sanremo? Sui social divampa la polemica  

SPETTACOLO
Rula Jebreal a Sanremo? Sui social divampa la polemica

(Foto Fotogramma)

Rula Jebreal al Festival di Sanremo 2020? L’indiscrezione pubblicata da Dagospia ha innescato in queste ore un’aspra polemica sui social. Un vero e proprio attacco contro la giornalista palestinese naturalizzata italiana ma anche contro il conduttore del festival Amadeus, che stando ai rumors avrebbe deciso di volerla al suo fianco sul palco dell’Ariston.

In prima linea c’è anche Daniele Capezzone, politico di lungo corso prima con i

Advertisements
radicali e poi con il centrodestra e oggi collaboratore del quotidiano ‘La Verità’: “Mi par di capire -scrive su twitter- che con i soldi del canone Rai Rula Jebreal potrebbe essere incaricata a Sanremo di spiegarci quanto le facciamo schifo. Se poi qualcuno si lamenterà sui social, seguiranno accuse di: razzismo, sessismo, machismo. Pure nel 2020, ci avete già rotto i coglioni”.

In tanti rispolverano un presunto virgolettato di addio all’Italia attribuito alla giornalista e le dure parole da lei pronunciate dopo l’episodio di cui è stata vittima l’atleta azzurra Daisy Osakue, ferita all’occhio da un uovo lanciato da una macchina. Per gli haters, la sua eventuale presenza sul palco di Sanremo sarebbe “un insulto a tutti gli italiani”. Per altri, Rula Jebreal è solo “antipatica”.

Su twitter qualcuno ha lanciato l’hashtag #BoicottaSanremo. Ma c’è anche chi prende le difese della giornalista puntando il dito contro chi la offende. “I sovranisti, dopo aver saputo di Rula Jebreal a Sanremo 2020, mostrano tweet in cui la giornalista descrive il clima d’odio instauratosi tempo fa. Lo fanno notare con violenza e offese personali e sessiste, dimostrando che Rula aveva/ha ragione. Geniali. Epici”; “Una donna bella, intelligente, preparata non può che fare infuriare i sovranisti. Aggiungi che è palestinese e lo sbrocco è servito”, si legge in alcuni commenti. E ancora: “Io sono italiano , pago le tasse, e non mi sono MAI sentito schifato da Rula Jebreal”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi