Prima Pagina>Spettacolo>Serie internazionali e intrattenimento culturale nell’autunno di laF   
Spettacolo

Serie internazionali e intrattenimento culturale nell’autunno di laF   

Serie internazionali e intrattenimento culturale nell’autunno di laF

Lo scrittore Stefano Massini

La ricerca di un’offerta originale e inedita di intrattenimento culturale, insieme alle più attese serie tv internazionali ispirate alla grande letteratura classica e contemporanea, guida sempre di più la ricca proposta autunnale di laF, la pay tv di Feltrinelli (Sky 135, Sky on Demand e Sky Go).

Dopo il clamoroso successo delle prime 2 stagioni, a settembre arriva in prima visione assoluta “Victoria 3”, il costume drama che racconta la storia pubblica della leggendaria Regina inglese, ma anche e soprattutto la sorprendente e inedita vita privata emersa grazie all’accurato studio dei diari originali realizzato dalla sceneggiatrice Daisy Goodwin. Nella nuova stagione, che vede nel cast conferme come gli amati protagonisti Jenna Coleman e Tom Hughes e nuovi ingressi come Kate Fleetwood, Laurence Fox e Lily Travers, la Regina e il suo amato Albert sono alle prese con le rivoluzioni che stanno scuotendo le monarchie europee e con l’esposizione universale del 1851, mentre la loro famiglia si allargherà fino ad accogliere il loro settimo figlio.

A ottobre prende il via “La guerra dei mondi”, il nuovo attesissimo adattamento in 2 puntate del classico della fantascienza di Herbert George Wells firmato Bbc, già venduto in oltre 169 Paesi in tutto il mondo. La prima storia in letteratura a raccontare un’invasione aliena rivive ora sugli schermi con un mix di fantascienza, costume drama e horror fedele allo scenario europeo originale e ambientato in epoca edoardiana con un cast di attori d’eccezione: Rafe Spall, Eleanor Tomlinson, Robert Carlyle e Rupert Graves.

Per il ciclo Bestseller in Tv, a novembre arriva invece “Stockholm Requiem” (STHLM Requiem) basata sulla trilogia bestseller di Kristina Ohlsson, che segna un nuovo capitolo nelle serie scandinave crime proposte in esclusiva da laF. Protagonista l’affascinante e misteriosa criminologa Fredrika Bergman, che dovrà faticare non poco per risolvere il mistero di alcuni bambini scomparsi e per entrare nelle grazie del Dipartimento della polizia di Stoccolma: 5 casi da 90 minuti, ognuno conclusivo ma con un’indagine più grande che li coinvolge tutti. La serie, prodotta dall’acclamato Piodor Gustafsson, già all’opera con i film Border – Creature di confine e L’Uomo Di Neve (tratto da Jo Nesbø), è interpretata da Liv Mjönes (Modus), Jonas Karlsson (L’Uomo Di Neve) e Alexej Manvelov (Chernobyl).

“Le anteprime assolute di Victoria 3, de La guerra dei mondi di Bbc e del crime Stockholm Requiem confermano anche per il prossimo autunno l’ormai storico presidio di laF sulle grandi serie tv tratte dai classici della letteratura e dai bestseller mondiali. A queste si affiancano nuovi format originali e reportage internazionali che rendono ancora più ricco il nostro inedito racconto televisivo tra cultura e società, capace di intrattenere e allo stesso tempo stimolare domande, illuminare storie e raccontare passioni. Senza timore di sperimentare nuovi format e nuovi volti”, spiega il direttore di laF, Riccardo Chiattelli.

Dopo il successo di “Love me gender”, “Love me stranger”, “Lettori” e “Voglio vivere in Italia”, laF prosegue il racconto inedito della società italiana con nuove ed esclusive produzioni originali.

A settembre, in concomitanza con il “back-to-school”, arriva “Prof – La scuola siamo noi” con lo scrittore e insegnante Marco Balzano (vincitore del Premio Campiello 2015 con “L’ultimo arrivato” e finalista al premio Strega 2018 con “Resto qui”): un nuovo viaggio in Italia per scoprire i più innovativi insegnanti della scuola pubblica (scuole materne, elementari e superiori), capaci di ideare e applicare modelli di educazione e di formazione nuovi, sperimentali e a volte fuori dagli schemi, che possano ispirare le future generazioni e la scuola di domani.

In onda a ottobre nuovi episodi della seconda stagione di “Voglio vivere in Italia”, storie e ritratti di un Paese che tanto piace agli stranieri: protagonisti, i travellers Simone & Anna (Simone Chiesa e Anna Luciani) che a bordo del loro camper rosso e armati di zaino e videocamera continuano a riscoprire la provincia italiana attraverso il punto di vista originale e inedito degli stranieri che hanno scelto di viverci e realizzare in questi territori i loro sogni.

Previsto da novembre invece “Fuori la voce”: un microfono aperto pronto a ospitare le storie di copertina dello scrittore Stefano Massini e le voci chiare, forti e appassionate di 24 ospiti, 2 a puntata: una voce nuova, esperta e competente sempre accompagnata da un appassionato racconto personale di un personaggio della cultura e dello spettacolo. Un incontro di visioni, opinioni e storie, per riscoprire il valore dell’ascolto anche in TV, lanciare domande e riflettere con il pubblico su temi al centro della società di oggi, come l’educazione, il futuro, la bellezza, la spiritualità, la natura, la parità, il mangiare, il resistere e l’essere cittadini. Tra i molti protagonisti, Lella Costa e Massimo Temporelli, Daniele Silvestri e Chiara Della Libera, Beppe Severgnini e Federica Angeli.

E ancora, dalla fine dell’anno, “Fuoco sacro – Il talento e la vita”: le vite di 4 grandi autori del Novecento italiano – Alda Merini, Luciano Bianciardi, Cesare Pavese ed Elsa Morante – interpretati da Federica Fracassi, Paolo Sassanelli, Pietro De Silva e Sonia Bergamasco con la narrazione dallo scrittore Paolo Di Paolo (“Dove eravate tutti”, Premio Mondello 2011 e Super Premio Vittorini, e “Mandami tanta vita”, finalista Premio Strega 2013).

In autunno prosegue anche il racconto del nostro Paese attraverso il cinema delle realtà: si parte a settembre con “Alla salute!” di Brunella Filì (Premio del Pubblico al Biografilm Festival 2018 e nomination all’Audience Award – Hot docs 2019) che narra la storia di Nick, food performer pugliese che nonostante la battaglia contro il cancro cerca e trova una sua personale ricetta per la felicità; si prosegue poi nello stesso mese con “Freud 2.0”, di Claudio Poli e Matteo Moneta, un documentario-evento dedicato al fondatore della Psicanalisi e alla sua eredità contemporanea a 80 anni dalla morte, narrato dalla pronipote Esther Freud, con interviste e contributi, tra gli altri, di Massimo Recalcati, Michela Marzano, Marco Bellocchio, Massimo Cacciari ed i premi Nobel Eric Kandel e Denis Mukwege; a novembre arriva “Le avventure del lupo – Storia quasi vera di Stefano Benni” diretto da Enza Negroni, in cui lo scrittore svela la sua visione e la sua poliedricità attraverso i suoi luoghi dell’anima, accompagnato da artisti e amici come Alessandro Baricco, Daniel Pennac e Angela Finocchiaro; a fine anno infine arriva “La scomparsa di mia madre – Story of B.” di Beniamino Barrese (unico film italiano al Sundance Festival 2019 e premiato al Biografilm Festival 2019), biopic dedicato a Benedetta Barzini, top model degli anni ’60, musa di Andy Wharol e Salvador Dalì, femminista e docente universitaria dalla vita straordinaria che, a 75 anni, vorrebbe sparire dalle scene, se non fosse per il figlio Beniamino, ostinatamente deciso a girare un film su di lei.

Lo sguardo attento al contemporaneo si allarga dall’Italia al mondo grazie al racconto di nuovi straordinari reporter che portano al pubblico storie di persone che ogni giorno si battono per proteggere e difendere il mondo in cui vivono: oltre ai nuovi episodi de “I viaggi di Simon Reeve” con protagonista l’intrepido giornalista della Bbc, arriva in esclusiva l’inedito “The Wonder List” con Bill Weir (Cnn), un racconto che sostiene, esalta e divulga l’idea di un pianeta sostenibile e condiviso da salvare. A settembre su laF arrivano anche gli ultimi episodi di “Anthony Bourdain – Cucine segrete” (Parts Unknown), il pluripremiato programma ideato e condotto dal grande chef, scrittore e divulgatore americano, scomparso tragicamente un anno fa, la cui memoria e visione del mondo vive ancora e sempre nel suo racconto televisivo.

La tv di Feltrinelli conferma anche il suo approccio da social tv capace di coinvolgere la community degli amanti della cultura in modo trasversale con un nuovo sito – laeffe.tv – e nuovi contenuti originali per Facebook e Instagram, con protagonista la reporter culturale Marta Perego, per raccontare le migliori manifestazioni culturali italiane e i suoi protagonisti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi