Prima Pagina>Spettacolo>Stranger Things, prime anticipazioni sulla terza stagione
Spettacolo

Stranger Things, prime anticipazioni sulla terza stagione

Dopo aver vinto due Kids Choice Awards, il cast e la troupe di Stranger Things si sono riuniti a Los Angeles per un festival, e hanno svelato alcuni segreti della terza serie

Sarà ambientata nell’estate del 1985, ci saranno dei riferimenti a Ritorno al futuro (uno dei film più popolari di quell’anno e della storia del cinema di genere in generale), all’inizio della nuova stagione i giovani protagonisti saranno tutti fidanzati, e ci saranno “un esercito di nuovi amici”.

Sono queste le poche anticipazioni trapelate ieri a proposito della terza serie di Stranger Things, il telefilm di punta di Netflix le cui riprese inizieranno alla fine di aprile per arrivare sugli schermi mondiali il prossimo anno. Reduce dalla vittoria di due Kids’ Choice Awards (i premi più importanti che vengono assegnati negli Stati Uniti ai programmi dedicati ai ragazzi) nelle categorie “Miglior Show della tv” e “Miglior attrice televisiva” (Millie Bobby Brown), il cast della fortunata e seguitissima serie si è ritrovato al Dolby Theatre di Los Angeles per la trentacinquesima edizione del Paley Fest, annuale manifestazione dedicata alle serie televisive. Durante la conversazione pubblica organizzata davanti a un folto pubblico di fan e addetti ai lavori, il produttore Shwan Levy ha svelato alcune delle novità presenti nelle nuove puntate: è stato così che Millie Bobbie Brown, che interpreta Eleven/Undici, ha scoperto che avrà una storia d’amore con Mike (Finn Wolfhard). A nessuno degli attori è stato ancora consegnato il copione, e così anche a Lucas (Caleb McLaughluin) e Max (Sadie Sink) è stato svelato a sorpresa che avranno una ragazza. “Eleven e Mike si volevano molto bene già nelle prime due serie, e la loro relazione continua” ha affermato Levy. “Lo stesso accadrà a Max e a Lucas, che avranno delle fidanzate ma sapete come sono i rapporti amorosi a 13 o 14 anni: non sono mai semplici, c’è sempre una certa instabilità, e noi giocheremo molto su questo”.

Rispondi