Pubblicato il: 26/02/2020 12:57

“Sono stata stuprata, drogata e tenuta prigioniera per alcuni giorni”. La cantante gallese Duffy, con un post su Instagram, rompe il lungo silenzio e spiega la sua scomparsa dalle scene. Da un decennio l’artista, che in carriera ha vinto anche un Grammy, ha fatto perdere le proprie tracce. Un lungo post, ora, spiega il dramma.

“Potete solo immaginare quante volte abbia pensato di scrivere questo, come scriverlo, come mi sarei sentita dopo. Non sono sicura perché questo il momento giusto e cosa renda renda per me emozionante e liberatorio parlare. Non posso spiegarlo. Molti di voi si chiedono cosa mi sia accaduto, dove sia sparita e perché. Un giornalista mi ha contattato, ha rintracciato e gli ho detto tutto l’estate scorsa. E’ stato gentile ed è stato fantastico, finalmente, parlarne. La verità è che -e per favore fidatevi di me, sto bene e sono al sicuro- sono stata stuprata, drogata e tenuta prigioniera per alcuni giorni. Ovviamente sono sopravvissuta. C’è voluto tempo per recuperare. Non esiste un modo più leggero per dirlo. Ma posso dirvi che nell’ultimo decennio, dopo migliaia e migliaia di giorni durante i quali avrei voluto sentire di nuovo il sole nel mio cuore, ora il sole splende di nuovo…”, scrive.

“Ti chiedi perché non ho scelto di usare la mia voce per esprimere il mio dolore? Non volevo mostrare al mondo la tristezza nei miei occhi. Mi sono chiesta, come posso cantare dal cuore se è spezzato?”, dice ancora, annunciando che nelle prossime settimane “pubblicherò un’intervista in cui parlo. Se avete domande, vorrei rispondere se posso”, aggiunge.

 

 

 

Adnkronos.

 

Rispondi