Daniele Silvestri 'apre' a Roma l'Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini

Daniele Silvestri apre a Roma il cartellone dell’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini

Con l’avvio del III anno del triennio formativo delle sezioni Canzone, Teatro e Multimediale dell’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, laboratorio di alta formazione della Regione Lazio, coordinate rispettivamente da Tosca, Massimo Venturiello e Simona Banchi, ricominciano ad ottobre anche le tante iniziative culturali, sempre rigorosamente gratuite, ospitate dall’Hub culturale. Un polo aggregativo nel cuore della capitale che propone un’offerta culturale ricca e diversificata.

Spettacoli, concerti, incontri e proiezioni di film a ingresso libero e in sinergia con il laboratorio creativo residente. Lo scorso anno l’intensa attività dell’Hub ha dato la possibilità a Officina Pasolini di accogliere nomi importanti del panorama artistico italiano e internazionale come Rocco Papaleo, Giorgio Panariello, Neri Marcorè, Luísa Sobral, Tommaso Paradiso, Carl Brave, Nada, Rolando Ravello.

Novità di quest’anno, la collaborazione con Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma, diretta da Gianluca Giannelli e Fabia Bettini. Dedicata alle giovani generazioni e alle famiglie, durante tutto l’anno affianca la Fondazione Cinema per Roma nelle attività di CityFest, curando gli eventi rivolti al settore giovani/educational. Uno degli obiettivi principali del Laboratorio di alta formazione artistica Officina Pasolini è infatti quello di stimolare nei giovani artisti che ne fanno parte un’attitudine alla multidisciplinarietà e alla sperimentazione.

E la felice e preziosa collocazione di Alice nella città proprio all’interno di questo particolare percorso formativo, interessato a promuovere, oltre all’apprendimento di specifiche competenze professionali, anche la conoscenza linguistica, storica ed estetica del cinema e dell’audiovisivo fra le nuove generazioni, ne rafforza l’identità.

Aspettando Alice nella città l’Hub culturale presenta la rassegna cinematografica ‘Indipendent Days’. Sguardi del nuovo cinema indipendente italiano, una selezione di film di giovani autori che hanno partecipato negli anni passati anche a ‘Panorama Italia’, programma di Alice nella città. I film, proiettati dal 9 al 12 ottobre e dal 14 al 16 ottobre alle ore 20.30, saranno ‘Nato a Casal di Principe’ di Bruno Oliviero (9/10), ‘Lucania’ di Gigi Roccati (10/10), ‘Orecchie’ di Alessandro Aronadio (11/10), ‘Soledad’ di Agustina Macri (12/10), ‘Tutte le mie notti’ di Manfredi Lucibello (14/10), ‘Go Home – A casa loro’ di Luna Guaiano (15/10), ‘Fiore gemello’ di Laura Luchetti (16/10).

Ad inaugurare la nuova stagione 2019/2020 dell’HUB culturale, il 7 ottobre (ore 21), sarà Daniele Silvestri con ‘Prima che…’, prova aperta del suo nuovo tour che partirà il 25 ottobre, cui seguirà, il 13 ottobre alle ore 17.30, la settima edizione di Napoli nel cuore, in ricordo di Mario Finamore. Officina Pasolini è infatti il luogo scelto dal cantautore per le prove di questa tournée pensata per festeggiare i 25 anni di carriera e un album, ‘La terra sotto i piedi’, dai grandi riscontri.

Prima della partenza ufficiale del tour, il teatro dell’Hub culturale Officina Pasolini sarà così la location di una serata speciale in cui le prove verranno eccezionalmente aperte agli studenti che seguono i corsi di Officina Pasolini e non solo. I ragazzi potranno ascoltare in anteprima una parte dei brani che l’artista porterà sui grandi palchi dei palasport d’Italia da fine mese, ma anche rendersi conto del metodo unico e sorprendente con cui conduce e dirige le prove musicali della sua superband.

Il 9 ottobre (ore 20.30) sarà proiettato ‘Nato a Casal di Principe – Una storia vera’, un film di Bruno Oliviero, con la partecipazione di Donatella Finocchiaro e Lucia Sardo nel ruolo di Natuzza.

Primo film della rassegna Indipendent Days, ‘Nato a Casal di Principe’ è la storia vera di Amedeo Letizia, ragazzo di 20 anni che sul finire degli anni ’80 si trasferisce a Roma da Casal di Principe per inseguire la carriera di attore. Sta appena iniziando a muovere i primi passi, quando il fratello minore, Paolo, viene rapito da alcuni uomini incappucciati che ne fanno perdere le tracce. Amedeo torna nel suo paese d’origine, e quando l’inchiesta condotta dai carabinieri si dimostra inefficace, intraprende una sua personale ricerca, armato di fucile e in compagnia del cugino Marco. Insieme setacciano la zona senza sapere se cercare un cadavere o un luogo dove Paolo possa essere tenuto prigioniero.

Il 10 ottobre (ore 20.30) sarà la volta di ‘Lucania. Terra sangue e magia’, un film di Gigi Roccati con Giovanni Capalbo, Angela Fontana, Pippo Delbono, Maia Morgenstern, Christo Jivkov. In un mondo magico e inaccessibile, racchiuso tra le montagne e il mare, dove niente è come sembra vivono Rocco, padre severo e legato alla sua terra, sua figlia Lucia, una ragazza selvatica, muta dalla morte della madre. Rocco si trova a respingere l’offerta di seppellire rifiuti tossici nella propria terra in cambio di denaro, e per difendersi durante un’aggressione uccide uno dei malavitosi coinvolti.

È a questo punto che inizia un viaggio a due fatto di magia e redenzione, dove Lucia dovrà̀ abbandonare il ricordo della madre per aiutare il padre aggravato dal fardello della colpa, diventando donna. L’11 ottobre (20.30) ancora un’altra pellicola da non perdere, ‘Orecchie’ scritto e diretto da Alessandro Aronadio con Daniele Parisi, Silvia D’Amico, Pamela Villoresi, Rocco Papaleo, Piera Degli Esposti. Tra suore invadenti e dottori sadici, star dell’hip pop filippine e fidanzate dentiste, la pièce si dipana comè una tragicomica giornata alla scoperta della follia del mondo. Una di quelle giornate che cambiano per sempre la vita di una persona.

Il 12 ottobre (ore 20.30) arriva ‘Soledad’ firmato dalla regista Agustina Macri con Giulio Maria Corso, Vera Spinetta, Marco Cocci, Marco Leonardi, Francesco De Vito. La protagonista è una giovane donna argentina che arriva nel 1997 a Torino, dove conosce Edoardo Massari con il quale ha un’intensa storia d’amore. L’anno dopo la coppia viene arrestata con l’accusa, poi decaduta, di atti di ecoterrorismo no Tav. Il 23 marzo Edoardo viene trovato morto nella sua cella in prigione. L’11 luglio Soledad viene trovata morta nel bagno della casa dove viveva agli arresti domiciliari. Un thriller, un giallo scomodo, una presa d’atto dell’irrisolutezza dell’esistenza.

Il 13 ottobre (ore 17.30) Fabrizio Finamore porta nella capitale un omaggio a ‘Napoli’ con una finalità benefica, a favore della Comunità di Sant’Egidio di Napoli, della Onlus Salvamamme e della Fondazione Emanuela Panetti, che vedrà tra gli altri la partecipazione di Pino Ammendola, Maria Pia De Vito, Grazia Di Michele, Roberto Fabbri, Maria Letizia Gorga con Fabio Massimo Colasanti e Simone Salza, Renato Scarpa, Ambrogio Sparagna, Massimo Venturiello, Vittorio Viviani.

Dopo aver ospitato tanti grandi artisti come Renzo Arbore, Enrico Montesano, Mariano Rigillo, Tosca, Teresa De Sio, Nino D’Angelo, torna dunque una serata fatta di musica, poesia, teatro e testimonianze che quest’anno in particolare vuole omaggiare i grandi di ieri e di oggi che negli anni hanno saputo raccontare al mondo Napoli e la napoletanità. Quest’anno l’evento vuole raccontare i grandi di ieri e di oggi che negli anni hanno saputo trasmettere al mondo Napoli e la napoletanità. Nel corso della serata è previsto, inoltre, anche un omaggio a Massimo Troisi, a 25 anni dalla morte, e a Luciano De Crescenzo scomparso proprio quest’anno.

Il regista Manfredi Lucibello presenta, il 14 ottobre (ore 20.30), ‘Tutte le mie notti’ con Benedetta Porcaroli, Alessio Boni, Barbora Bobulova, Carolina Rey. Questa la trama del racconto. Sara, giovane adolescente, sta scappando da una festa perchè è convinta di aver visto un omicidio. Sul lungomare di Forte dei Marmi viene soccorsa dalla rassicurante Veronica. Sara non sa che Veronica è l’avvocato di Federico Vincenti, un importante industriale, il presunto assassino. La donna è lì per convincerla che non è successo niente a quella ragazza.

La notte però̀ è appena iniziata. Prima che sorga il sole i protagonisti del film di Manfredi Lucibello si troveranno a fare i conti con i loro segreti. Sarà̀ una notte di rivelazioni, in cui le nostre protagoniste, prima di arrivare alla verità̀, dovranno affrontare se stesse, le loro paure, le loro debolezze, per poi decidere da che parte stare, perchè́ in questa notte tutti hanno qualcosa da perdere.

Gli ultimi appuntamenti il 15 ottobre (ore 20.30) con ‘Go Home – A casa loro’, diretto da Luna Gualano con Antonio Bannò, Sidy Diop, Shiek Dauda. Il racconto si svolge a Roma. Durante una manifestazione contro l’apertura di un centro d’accoglienza, si scatena un’apocalisse zombie. Enrico, un ragazzo di estrema destra, si mette al riparo all’interno del centro, mentendo sulla sua identità̀. L’unico luogo sicuro è quel centro d’accoglienza che lui non voleva, mentre fuori i morti camminano sulla terra. Ed ancora il 16 (ore 20.30) in cartellone ‘Fiore gemello’ di Laura Luchetti con Anastasiya Bogach, Kallil Kone, Aniello Arena, Mauro Addis, Fausto Verginelli, Alessandro Pani e con la partecipazione straordinaria di Giorgio Colangeli.

Il film nartra le vicende di Basim, un immigrato clandestino proveniente dalla Costa d’Avorio, e Anna la figlia di un trafficante di migranti. In fuga attraverso i paesaggi misteriosi e bellissimi della Sardegna, troveranno insieme, nell’amore l’uno per l’altra, la forza per camminare verso il futuro, senza più guardarsi alle spalle. L’ingresso alle proiezioni è gratuito fino ad esaurimento posti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi