Le opere sarebbero dovute essere esposte al Campus di Tiscali, il virus l’ha impedito. Eccole in formato digitale, grazie alla piattaforma Kunstmatrix

Il dettaglio di una delle opere protagoniste di 'Tentazioni a distanza'

Il dettaglio di una delle opere protagoniste di “Tentazioni a distanza”

Una mostra che non si ferma di fronte alle limitazioni dovute al Covid-19 e alle misure di distanziamento sociale. E che trova la sua casa su Internet grazie alla partnership fra Tiscali e il Dromos festival, e la piattaforma digitale Kunstmatrix. Entra nel vivo l’edizione numero XXII di Dromos, fra concerti, laboratori, teatro e conferenze (qui il programma completo) e lo fa con Tentazioni a distanza. Mostra d’arte che si può visitare nella sua versione virtuale dal 31 luglio fino al 31 ottobre.  Le misure anti Covid hanno impedito l’allestimento dell’evento all’interno del Campus Tiscali, luogo tecnologico ma sempre aperto all’attenzione verso l’arte e la cultura. Curata da Ivo Serafino Fenu, Tentatazioni a distanza vede in mostra le opere della Collezione Mameli. Questi gli artisti coinvolti: Silvia Argiolas, Filippo Franco Boe, Nicola Caredda, Gianni Casagrande, Roberto Fanari, Silvia Mei, Ruben Mureddu, Vincenzo Pattusi, Paolo Pibi, Stefano “Feffo” Porru, Giuliano Sale, Pietro Sedda. Il progetto grafico e l’allestimeno è di Fenu insieme  Sebastiano Corona, la logistica è curata da Mattia Enna e il materiale fotografico è stato realizzato da Mohamad Kaddoura.

Rispondi