Prima Pagina>Spettacolo>“Tre settimane e torno”, Taylor Mega nella bufera  
Spettacolo

“Tre settimane e torno”, Taylor Mega nella bufera  

SPETTACOLO<!– SPETTACOLO –>


Tre settimane e torno, Taylor Mega nella bufera

(fermo immagine)

“Tre settimane, torno e conquistiamo il mondo”. E’ quanto dice Taylor Mega in un video mostrato durante la prima puntata della nuova edizione dell’Isola dei Famosi, facendo scoppiare la polemica sulla presunta partecipazione ‘a tempo’ della influencer. Filmato che provoca le reazioni in studio di Alessia Marcuzzi e delle due opinioniste di quest’anno, Alba Parietti e Alda D’Eusanio.

“E che ne sai tu delle tre settimane?” le chiede in diretta la conduttrice. “Mi sono data come limite tre settimane – replica la 25enne – nel senso che, visto che è un’esperienza molto forte, il mio minimo era tre settimane”. E la Marcuzzi ribatte: “Nessuno di voi firma un contratto per fare tre settimane, anche per rispetto di tutti gli altri naufraghi che stanno facendo questa cosa”. Ed “è il pubblico che decide se farti tornare o no” sottolinea la conduttrice.

LE CRITICHE – “Non sono venuta con lo spirito di vincere l’Isola, per me si tratta di una vincita personale: il fatto di fare tre settimane” ribadisce Taylor Mega. Ma Alessia Marcuzzi non fa sconti: “Non è che uno decide tre settimane e poi torna, perché uno poi si inventa un malore o convince gli altri naufraghi a farsi votare per tornare e avere successo mediatico e questo non va bene per noi” ripete la Marcuzzi. “C’è una strategia commerciale dietro questa cosa?” chiede in modo diretto la conduttrice. E l’influencer torna a ripeterle che si tratta solo di una sfida personale.

E se Alba Parietti la definisce “ingenua” per aver “pubblicato un video del genere e farti sgamare alla prima puntata” (sottolineando che “bisogna avere grande rispetto” per gli altri partecipanti), Alda D’Eusanio va all’attacco: “E’ una persona scorretta, lei ha calcolato dall’inizio di usare il programma per poi tornare al suo traffico”. E conclude: “Se tu sapevi di non poter restare più di tre settimane, non accettavi di venire”.

“); } else { document.write(“”); }

“); } else { document.write(“”); }

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *