Prima Pagina>Spettacolo>Tv: Carrà, torno in punta di piedi con ‘A raccontare comincia tu’  
Spettacolo

Tv: Carrà, torno in punta di piedi con ‘A raccontare comincia tu’  

Carrà torna 'A raccontare' in tv

Raffaella Carrà

di Alisa Toaff

Un rientro in tv “in punta di piedi”, “un incontro di anime senza artifizi” che si snoderà come un lungo viaggio alla scoperta degli aspetti più intimi di protagonisti del nostro tempo, tra ricordi, aneddoti, cadute e successi. La ‘Raffa Nazionale’ torna sul piccolo schermo in prime time su Raitre con ‘A raccontare comincia tu’, a partire da Fiorello, giovedì prossimo. “Quello che mi ha spinta a tornare in tv è stata la curiosità -ha sottolineato la Carra’- tutti si aspettano che in questo programma io canti e balli ma non ne ho più voglia”.

“Ho un’età, cazzarola! – dice sorridendo – Ho lavorato tutta la vita e ho avuto grandi soddisfazioni, ho vissuto momenti di tv straordinari come quando feci ‘Canzonissima’ a fianco di Corrado o ‘Milleluci’ e ‘Pronto Raffaella’ perciò’ non è che senta il bisogno di tornare in tv, si sta bene anche senza di me”. Ispirato al format spagnolo ‘Mi Casa Es La Tuya’ e prodotto da Raitre in collaborazione con Ballandi Arts, ‘A raccontare comincia tu’ vedrà la Carra’ cimentarsi nel ruolo di intervistatrice-complice che accompagnerà lo spettatore attraverso un viaggio nelle ‘vite straordinarie’ di big come Fiorello, Sophia Loren, Riccardo Muti, Leonardo Bonucci, Paolo Sorrentino e Maria De Filippi. “Abbiamo deciso di ‘alleggerire’ la prima serata di Raitre, da sempre caratterizzata da programmi molto ‘impegnati’ – ha spiegato il direttore di Raitre Stefano Coletta al fianco della Carra’ nel corso della presentazione – con un programma che racconta un incontro tra anime senza artifizi di nessun genere”.

“Con Fiore -ha raccontato la Carra’- e’ stato tutto molto divertente, ci siamo spostati dalla casetta sul Tevere a casa nostra, il ‘Delle Vittorie’, il luogo che ha decretato il suo successo”. Nel corso della puntata i due hanno anche scherzato improvvisando un tuca-tuca ‘da anziani’. “Sorrentino invece l’ho sgridato per aver utilizzato il remix di ‘ A far l’amore’ per la scena iniziale de ‘La grande bellezza’ – ha scherzato la Carra’ – e pensare che proprio io non vado mai alle feste”. L’intervista con Sophia Loren è ambientata invece nella sua villa sul lago di Ginevra e la Carrà ha raccontato di averla ‘punzecchiata’ a proposito dell’amore di Cary Grant nei suoi confronti, che lei però ha voluto smentire: “Sophia la adoro, ci sentiamo, lei mi chiama sorellina e io le voglio un bene da matti. L’ho strapazzata un po’ e l’ho sgridata quasi tutto il tempo, mi sfuggiva, è di una simpatia unica”, ha detto ancora la Carrà.

La puntata con Maria De Filippi ancora non è stata girata: “la voglio preparare bene -ha spiegato Carrà- enon voglio anticipare nulla. Lei ha avuto una vita difficile prima di arrivare al successo e un po’ come Sophia con Ponti ha avuto questo ‘problemino’ di essere la moglie di Costanzo ma anche io sono stata la donna di Gianni Boncompagni e di Sergio Iapino, ti danno consigli e ti aiutano. Un uomo più grande che ti illumina la strada è un aiuto che non vuol dire essere raccomandati, trovo che sia sbagliato dirlo”. “Davanti al maestro Muti ero un po’ intimidita -ha proseguito- io ho due onorificenze lui ne avrà 150. Ho preferito incontralo prima della registrazione perché così sarei stata più calma e meno emozionata”. Per prepararsi tutte le puntate fatte di interviste, immagini di repertorio, riprese in interni e in esterni la Carrà ha raccontato di aver studiato su ogni personaggio almeno 300 pagine preparate dagli autori.

Alla domanda se avrebbe voluto intervistare Mina la Carrà ha risposto che “avrebbe giovato alla nostra audience ma non a lei. Se ha scelto da tempo far sentire solo la sua voce e di non apparire in video perché avrebbe dovuto interrompere la sua assenza proprio con noi?!” Per quanto riguarda le voci di una sua presunta ‘lite’ con la De Filippi la Carrà ha tenuto a precisare: ‘Non ho mai litigato con Maria, ci siamo incontrate solo una volta, 15 anni fa ai Telegatti. E su una sua eventuale partecipazione alla trasmissione ‘Amici’ ha aggiunto: ‘Rispondo diplomaticamente: se Maria me lo chiederà ci penserò. Lì c’è una grande energia quindi grande ansia, vedremo’. Unico rammarico della Carrà è il ‘no’ di Roberto Benigni a cui ha chiesto di partecipare al suo nuovo programma: ‘Peccato, mi sarei divertita molto”.

Tornando alla sua lontananza dal piccolo schermo la Carra’ si è detta sorpresa di non essere stata richiamata per rifare ‘Carramba’ nonostante l’enorme successo di ascolti che ottenne: ‘Quella trasmissione mi è rimasta nel cuore -ha detto- sono tutti i racconti dei ricongiungimenti di quelle famiglie e di quell’Italia costretta ad emigrare da Nord a Sud o fuori dal Paese per lavorare, un tema di grande attualità anche oggi, ‘Carramba’ e’ uno spaccato della storia dell’Italia. Per questo -ha concluso- penso che bisognerebbe ricordarcene quando parliamo dei migranti che vogliono arrivare qui, fare una ‘piccola apertura, naturalmente parlo delle persone per bene’”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi