Prima Pagina>Cinema>Una festa esagerata: omaggio a Eduardo De Filippo
Cinema Spettacolo

Una festa esagerata: omaggio a Eduardo De Filippo

Una festa di compleanno faraonica ed eccessiva, rischia di saltare, a causa di un lutto improvviso all’interno del palazzo. Come conciliare un evento così luttuoso con un party atteso e costoso?

Fa un omaggio al grande Eduardo De Filippo attraverso la figura del protagonista, che ricorda molto Luca Cupiello; si diverte a mettere alla berlina tipi umani ignoranti e superficiali (“Prendere in giro l’ignoranza, può essere un messaggio per dire ‘Studiamo di più’” afferma); mette in scena tutto il suo amore per Napoli, al punto da farla diventare un ulteriore personaggio della storia. Ma di eccessivo in Una festa esagerata, la nuova commedia diretta e interpretata da Vincenzo Salemme, non c’è solo il mega-party del titolo. Troppi e troppo carichi i personaggi che popolano la scena, poco incisiva ed efficace la critica/analisi sociale che il regista si propone di fare, a tratti fastidioso l’uso di frasi dialettali ed espressioni tipicamente partenopee.

Rispondi