Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è breve. Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto e non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangereSergio Bambarén

Brno: domenica felice per le moto e i piloti italiani

di Gabriele Giusti
Il forlivese e il maiorchino sono stati i protagonisti di una fantastica doppietta Ducati, con l'italiano che è riuscito a vincere davanti al suo compagno di squadra. A completare il podio c'è il solito Marquez
Moto
Piloti italiani dominatori

Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo mettono la parola fine alle polemiche da loro accese durante la settimana nel modo migliore, tornando a fare ciò che li riesce meglio, ovvero correre.  Il forlivese e il maiorchino sono stati i protagonisti di una fantastica doppietta Ducati, con l'italiano che è riuscito a vincere davanti al suo compagno di squadra. A completare il podio c'è il solito Marquez che allunga in classifica su Valentino Rossi, arrivato quarto dopo aver sorpassato all'ultima curva Crutchlow.  Nella prima parte di gara Dovizioso e Rossi, che partivano dalla griglia rispettivamente primo e secondo, si sono alternati nel ruolo di battistrada. Col passare dei giri il pilota della Yamaha non è però riuscito a tenere il passo dei migliori, scivolando, dalla prima posizione, al quinto posto. Il finale di gara ha visto accendersi Marquez e, soprattutto, Lorenzo che negli ultimi giri ha provato più volte a sorpassare il suo compagno di squadra, molto bello il tentativo di doppio sorpasso nella stessa chicane, senza però riuscirci e dovendosi accontentare della seconda posizione.  Una vittoria importante per Dovi che, dopo un inizio di campionato deludente, è riuscito a riprendersi da campione, dominando sia il sabato, con una qualifica strepitosa, sia la domenica in gara. Se nella classe regina il campionato sembra essere nelle mani di Marc Marquez, il discorso è completamente diverso nelle altre due categorie.

In Moto 3 il leader del Mondiale è diventato Marco Bezzecchi a cui è bastata la sesta posizione nel GP di Brno per superare in classifica Jorge Martin, assente per essersi fratturato il polso durante il weekend.  Il vero protagonista in Repubblica Ceca è stato però Fabio Di Giannantonio che è riuscito a vincere la sua prima gara in campionato davanti a Canet e Kornfeil, con la vittoria del romano il campionato si fa ancora più aperto, infatti i primi quattro piloti sono racchiusi in ventuno punti.  In Moto 2 i piloti che si contendono il titolo sono invece due, il portoghese Oliveira e Francesco Bagnaia, con il primo che, con la vittoria di oggi, è diventato primo nel Mondiale. Miguel Oliveira è riuscito, infatti, ad avere la meglio su Luca Marini, in un finale da brividi. All'inizio dell'ultimo giro Bagnaia e Baldassarri, arrivati terzo e quarto, non sono riusciti a tenere il passo di Marini ed Oliveira.  Il fratello di Valentino Rossi e il portoghese sono quindi arrivati all'ultimo settore del circuito molto vicini con l'italiano comunque davanti, ma Oliveira con un guizzo finale è riuscito a portarsi davanti e a vincere il Gran Premio della Repubblica Ceca. Una prestazione comunque positiva di Luca Marini che nell'ultimo periodo pare abbia fatto il salto di qualità definitivo dopo diverse stagioni sottotono, quello di Brno è infatti il secondo podio di fila.  Risultati perciò che fanno sperare in un ipotetico futuro dove lo potremo vedere nella classe regina a lottare per il titolo, magari proprio con il suo attuale compagno di squadra Pecco Bagnaia e i giovani Bezzecchi e Di Giannantonio che tanto bene sembrano promettere.