Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Non si può scegliere il modo di morire. O il giorno. Si può soltanto decidere come vivere. Ora.John Baez

Tutta Dritta, tra le donne vince Magnani. Record per Kipserem nel maschile

di Giulio Verde
In cinquemila alla corsa torinese su 10 chilometri seguendo il tracciato verticale disegnato dallo Juvarra ai tempi dei Savoia da Piazza San Carlo alla palazzina di Stupinigi. Il keniano ha fatto registrare il nuovo primato sulla distanza
tutta dritta
Margherita Magnani (Gs Fiamme Gialle) taglia il traguardo alla Palazzina di Stupinigi

TORINO - Da Piazza San Carlo, nel centro di Torino, alla Palazzina di Caccia di Stupinigi per 10 chilometri di corsa. Oggi è andata in scena la 16a edizione della Tutta Dritta, corsa ispirata al tracciato ideato dall'architetto Juvarra al tempo dei Savoia che ha fatto registrare numeri e tempi da record: 5 mila gli iscritti tra competitiva e non competitiva e il nuovo primato in campo maschile con il keniano Douglas Kipserem che ha fermato il crono a 28’30”.

Assente il vincitore della scorsa edizione, Youssef Sbaai, che ha accusato un problema fisico nella notte, la gara ha visto  fin dai primi chilometri il dominio di quattro
atleti: l’italo-marocchino Eyob Ghebrehiwet Faniel (VeniceMarathon Club) e i keniani Douglas Kipserem (vincitore), Joel Melly e Charles Karanja Kamau, tutti e tre atleti del team run2gether.

La gara femminile è stata ancora più combattuta e incerta fino alla fine. La keniana Pauline Narangoi Esikon (run2together), sul gradino più alto del podio nella scorsa edizione con il tempo di 32’17”, ha fin dall’inizio dettato il ritmo in compagnia di Margherita Magnani (G.S. Fiamme Gialle), Giovanna Epis (C.S. Carabinieri), Catherine Bertone (Atletica Sandro Calvesi), Sara Brogiato (C.S. Aeronautica Militare) e Nicole Svetlana Reina (CUS Pro Patria Milano). Dopo il 9° km (26’38” il tempo), Margherita Magnani ha aumentato la corsa andando a vincere in 33’08”.