Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l’amore, per il cuore umano, è più naturale dell’odioNelson Mandela

Napoli a -4 dalla Juve e domenica big match a Torino. Simy, che rovesciata!

di Luca Borioni
Bianconeri fermati sull'1-1 a Crotone da una grande prodezza del lungo nigeriano dopo il gol di Alex Sandro. Al San Paolo esplode la festa dopo che l'Udinese era andata due volte in vantaggio. Ma Milik e Tonelli firmano il 4-2
napoli
Insigne e Milik, grande festa per il Napoli al San Paolo: fiducia ritrovata (Ipa)

Simy restituisce un senso al campionato. In un turno infrasettimanale del campionato apparentemente senza stimoli, ecco che il nigeriano del Crotone, attaccante di 198 centimetri, inventa una rovesciata che fissa il risultato della partita con la Juventus sull'1-1 e riapre la corsa al vertice del Napoli, che a sua volta recupera due volte lo svantaggio con l'Udinese al San Paolo e vince per 4-2. Ora il distacco dalla capolista è ridotto a 4 punti e la partitissima di domenica all'Allianz Stadium assume un significato diverso.

Una prodezza spettacolare, non meravigliosa come quella di Ronaldo in Champions, ma comunque eccezionale quella di Simy: il Crotone trova il primo gol e il primo punto di sempre contro la Juve che era andata in vantaggio con Alex Sandro poi resiste agli attacchi di Matuidi e Higuain che impegnano in sequenza il portiere Cordaz, bravissimo a opporsi. Abile lettura della gara da parte di Zenga: quando inserisce Trotta aumenta la pressione e trova il gol.

Napoli ritrova l'entusiasmo. Jankto porta avanti l'Udinese, Insigne pareggia, Ingelsson segna ancora per l'Udinese, Albiol ripareggia e quando Sarri mette dentro Milik il Crotone allo Scida riacciuffa la Juve. Poi è proprio l'attaccante del Napoli a firmare il sorpasso e Tonelli chiude i giochi sul 4-2. Napoli da un possibile -9 in classifica al -4 con cinque partite da giocare.

Serata folle. La Roma risponde all'Inter per la corsa Champions battendo 2-1 il Genoa mentre la Lazio vince a Firenze dopo una gara piena di sorprese. Comincia l'arbitro espellendo Sportiello e Murgia nel primo quarto d'ora. Veretout porta avanti i viola e raddoppia su rigore. Luis Alberto riduce lo svantaggio e Caceres pareggia sul 2-2. Nella ripresa ancora Veretout firma il tris personale e dei viola. Ma un tiro da fuori di Felipe Anderson pareggia i conti e una deviazione sempre di Luis Alberto fissa il 3-4 che segna il primo stop della Fiorentina dopo 8 gare.

Da segnalare anche il guizzo di Zapata nel finale per la Samp contro il Bologna e la preziosa vittoria del Sassuolo a Verona. Il Torino strappa un punto al Milan e l'Atalanta avvicina i rossoneri in zona Europa League. Campionato ancora tutto da vivere. 

 

33° GIORNATA

Inter-Cagliari 4-0

Benevento-Atalanta 0-3

Crotone-Juventus 1-1

Fiorentina-Lazio 3-4

Verona-Sassuolo 0-1

Napoli-Udinese 4-2

Roma-Genoa 2-1

Sampdoria-Bologna 1-0

Spal-Chievo 0-0

Torino-Milan 1-1

 

CLASSIFICA

Juventus 85

Napoli 81

Lazio 64

Roma 64

------------------------ zona Champios

Inter 63

Milan 54

-------------------------zona Europa League

Atalanta 52

Fiorentina 51

Sampdoria 51

Torino 47

Bologna 38

Genoa 38

Sassuolo 34

Udinese 33

Cagliari 32

Chievo 31

Spal 29

---------------------------zona salvezza

Crotone 28

Verona 25

Benevento 14

 

MARCATORI

 

Immobile 27

Icardi 25

Dybala 21

Quagliarella 18

Martens 17

Higuain 15

Dzeko 14