Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchéMark Twain

La Juve soffre con il Milan, ma vince 3-1 e stacca il Napoli verso lo scudetto

Dybala segna subito, l'ex Bonucci riequilibra il match. Nella ripresa i rossoneri cadono sotto i colpi del rientrante Cuadrado e di Khedira. Il Napoli, fermato dal Sassuolo, resta a -4
dybala cuadrado
Dybala e Cuadrado, in gol contro i rossoneri (Ipa)

La Juve per un tempo e oltre è sconclusionata e imprecisa, il Milan gioca meglio e tiene testa ai bianconeri. Però finisce 3-1, un risultato che magari penalizza la squadra di Gattuso ma che una volta di più conferma la forza cinica della Juve. 

È una vittoria di grande valore, perché consente alla squadra di Allegri di allungare a +4 sul Napoli in testa alla classifica dopo il pareggio dei rivali sul campo del Sassuolo. Una vittoria che precede l'impegno di Champions con il Real Madrid.

A segnare il match sono i gol di Cuadrado (al rientro) e Khedira (fino a quel momento impalpabile ma poi decisivo) nel secondo tempo, dopo aver sofferto per un'ora. La Juventus era andata subito in vantaggio con un bel sinistro di Dybala da fuori area all'8', ma i rossoneri avevano riequilibrato il match al 28' proprio con lo stacco di testa sopra Barzagli e Chiellini dell'attesissimo ex Bonucci su angolo. Nella ripresa, il Milan sfiora il gol con Calhanoglu che colpisce una traversa piena, poi crolla sotto i colpi del rientrante Cuadrado al 34', servito da Khedira, e dello stesso Khedira al 42'.