VALENCIA (SPAGNA) (ITALPRESS) – Dopo Ezequiel Garay, altri giocatori e tecnici della prima squadra del Valencia sono risultati positivi al coronavirus COVID-19. Sono tutti casi asintomatici e sono rinchiusi in isolamento nelle loro case con monitoraggio medico, svolgendo il piano di lavoro previsto.

Nonostante le rigide misure adottate dal Club dopo aver giocato la partita di Champions League contro l’Atalanta a Milano il 19 febbraio, un’area confermata ad alto rischio dalle autorita’ italiane giorni dopo, allontanando il personale dall’ambiente di lavoro e dal pubblico.

In generale, gli ultimi risultati mostrano che l’esposizione intrinseca alle parti ha causato circa il 35% dei casi positivi. Il Valencia si avvale di questo nuovo test del virus altamente contagioso per insistere sul fatto che la popolazione rimanga a casa e segua rigorosamente tutte le misure di igiene e prevenzione gia’ pubblicate.

Allo stesso modo, la societa’ rafforza la fiducia nel sistema sanitario e nelle raccomandazioni del Ministero della Salute per quei casi lievi di infezione da coronavirus che si trovano in isolamento domestico.

Rispondi