Prima Pagina>Sport>Basket, Nba: i Lakers ritrovano la vittoria, LeBron: “Non siamo pronti per i playoff”
Sport

Basket, Nba: i Lakers ritrovano la vittoria, LeBron: “Non siamo pronti per i playoff”

ORLANDO – I Lakers tornano al successo dopo tre sconfitte consecutive nella bolla di Orlando. I gialloviola stendono Denver 124 a 121, ma LeBron James non è affatto contento. Il Prescelto, che contro i Nuggets segna 29 punti, avverte i compagni: “Non siamo ancora pronti per i playoff. Io personalmente dal punto di vista mentale non sono ancora in modalità playoff: fisicamente ci sto arrivando, sento meglio le gambe sotto di me, il mio gioco sta migliorando e mi trovo sempre più a mio agio con la bolla. Per quanto riguarda la parte mentale non sono

Advertisements
ancora pronto e nemmeno lo è la squadra, ma lo saremo. Per i playoff bisogna avere un tipo di mentalità diverso e non c’è necessità di cominciare ad averlo con grande anticipo, perché richiede molta energia e molto impegno”.

Advertisements

Kuzma stende Denver sulla sirena

La partita è stata decisa da un tiro dalla distanza di Kyle Kuzma a 0”4 dalla sirena. La franchigia di Los Angeles torna dunque al successo confermandosi leader contro la terza ‘potenza’ della Western Conference, Denver è infatti alle spalle di Lakers e Clippers con 46 vittorie e 25 sconfitte. Sugli scudi per i gialloviola, reduci dal ko contro i Pacers, LeBron James autore di 29 punti seguito a 27 da Anthony Davis, a 25 Kuzma. Partono subito forte i Lakers avanti 31-25 dopo il primo parziale, un vantaggio che all’intervallo lungo è di 64-59. I Nuggets invertono la rotta dell’incontro nella terza frazione chiudendo in parità, 88-88. Nell’ultimo tempo i Nuggets passano in vantaggio, ma non riescono a gestire il +5 subendo nel finale la rimonta dei Lakers. Per Denver da segnalare i 18 punti di Pj Dozer.

Tanti big assenti, Toronto stende Milwaukee

Quinto successo su sei gare per i Toronto Raptors che superano 114-106 i Milwaukee Bucks nella sfida tra la seconda e la prima franchigia della Eastern Conference. Risultato dettato anche dall’ampio uso delle riserve da parte di entrambe le formazioni: non hanno preso parte all’incontro Giannis Antetokounmpo, Fred VanVleet e Serge Ibaka oltre a Kyle Lowry. Chris Boucher ha colto l’occasione per mostrare di cosa è capace e in 29′ di partita ha messo a segno 25 punti, best score in carriera, e 11 rimbalzi. In evidenza anche il rookie Matt Thomas che i Raptors hanno tenuto in campo 37’08, per lui 22 punti seguito a 21 da Norman Powell e Pascal Siakam, 14 punti. Per i Bucks il migliore a canestro è Kyle Korver con 19 punti. A entrambe le franchige mancano due gare per finire la regular season, sfide ininfluenti al fine della classifica per entrambe coi Bucks (55-16) certi del primo posto ad Est e i Raptors (51-59) secondi.

Phoenix non si ferma più

Nelle altre gare sesto successo di fila nella bolla per i Phoenix Suns che continuano a rimanre l’unica squadra imbattuta dalla ripartenza e tornano prepotentemente in lizza per l’ottavo posto a Ovest portandosi a una sola partita da Memphis. Booker (35 punti) e compagni travolgono 128-111 anche gli Oklahoma City Thunder. Successo dei Miami Heat sugli Indiana Pacers per 114-92 e di Dallas ai danni degli Utah Jazz per 122-114.

I risultati

Phoenix Suns-Oklahoma City Thunder 128-101; Utah Jazz-Dallas Mavericks 114-122; Milwaukee Bucks-Toronto Raptors 106-114; Miami Heat-Indiana Pacers 114-92; Los Angeles Lakers-Denver Nuggets 124-121.

Fonte www.repubblica.it

Rispondi