Prima Pagina>Sport>Basket, serie A: colpo Cremona in casa Virtus, prima vittoria per la Fortitudo
Sport

Basket, serie A: colpo Cremona in casa Virtus, prima vittoria per la Fortitudo

ROMA – Bologna per una sera capitale della pallacanestro italiana visto che sotto le Due Torri si sono disputati i due anticipi della terza giornata di Serie A. A sorridere è però solo la Fortitudo Lavoropiù, che centra la prima vittoria stagionale imponendosi per 93-70 sulla Dolomiti Energia Trentino con 21 punti di Fantinelli, top-scorer della serata. Scivolone casalingo invece, alla Segafredo Arena, per la Virtus, che si è arresa

Advertisements
in volata alla Vanoli Cremona (95-92 lo score) trascinata dai 51 punti complessivi della coppia Poeta-Hommes, mentre alle Vu Nere non bastano i 22 di Teodosic per evitare la prima battuta d’arresto.

Advertisements

Fortitudo domina Trento con un super Fantinelli

Alla Unipol Arena partita da dimenticare per Trento, che dopo l’affermazione sul Promitheas in EuroCup deve incassare la terza sconfitta in altrettante gare di campionato rimanendo così al palo. Cancella invece lo zero la Fortitudo Lavoropiù, che domina l’incontro guidata da una prestazione quasi perfetta di Fantinelli, autore di 21 punti con 5/5 da due, 3/3 da tre, 2/3 ai liberi, 5 rimbalzi, 2 assist e 2 recuperi in 30 minuti. Hanno dettato legge gli uomini di Sacchetti (realizzando ben 80 punti nei primi tre quarti di gioco), così da cogliere il primo successo stagionale con il rientro in campo anche di Banks, a quota 15 dopo i 40′ (18 per Aradori). All’Aquila, che solo nell’ultimo periodo con il risultato ormai scontato ha dato segni di risveglio, non sono sufficienti i 17 di Maye.

Virtus ko in casa con Cremona

Il risultato più inatteso arriva dalla Segafredo Arena dove la Vanoli trova la prima vittoria stagionale. Un colpo a sorpresa meritato, quello di Cremona, grazie alla conduzione costante durante tutto l’arco della gara, messa in dubbio solo dalla veemenza della Virtus nel finale. La squadra di Galbiati con il tiro pesante (17/33 da 3) ed i rimbalzi offensivi (17) ha dominato la partita, sfruttando le incertezze e l’evidente stanchezza di Bologna. Il massimo vantaggio di 21 lunghezze arriva alla fine del terzo quarto, prima della reazione disperata della Virtus. Una rimonta che rimane incompiuta però, dato che i bianconeri si fermano ad un possesso di distanza, senza trovare la zampata decisiva per un successo che non sarebbe stato meritato. I lombardi si godono la coppia Poeta-Hommes, autori rispettivamente di 28 e 23 punti, con il playmaker ex di giornata che trova sette triple nella sua gara, una più incredibile dell’altra per coefficiente di difficoltà e distanza di tiro. Per Bologna si salva solo Nikolic, in campo da protagonista nel momento della rimonta, il che rende l’idea della serata dei titolari della squadra di Djordjevic.

Fonte www.repubblica.it

Rispondi