Prima Pagina>Sport>Consegna un portafoglio smarrito e ottiene un posto di lavoro come ricompensa
Sport

Consegna un portafoglio smarrito e ottiene un posto di lavoro come ricompensa

Accade in Toscana dopo una partita di Promozione: un giovane calciatore ivoriano si mette alla ricerca del proprietario dell’oggetto smarrito, lo individua dopo tre ore di treno e viene premiato

Una storia perfetta che arriva dal mondo del calcio. Accade in Toscana e la racconta Il Tirreno. Il protagonista in positivo si chiama Jean-Marc M’Boula, ivoriano di 20 anni, calciatore dilettante nella Vaianese Impavida Vernio, campionato di Promozione. Al termine della partita con la Folgor Marlia, il ragazzo trova un portafoglio fuori dagli spogliatoi, lo apre e trova 145 euro e i documenti del proprietario. Nessun numero di telefono, così Jean-Marc decide di prendere il treno e andare direttamente a Lucca, dove abita appunto il calciatore dell’altra squadra, quello che ha smarrito il portafoglio.

Il mattino successivo, dopo tre ore di viaggio da Prato, scende alla stazione di Lucca e inizia a cercare a piedi l’indirizzo dell’abitazione indicata sulla carta d’identità. Si perde, trova però il campo sportivo di Marlia. Qui spiega tutto al custode il quale chiama l’allenatore della Folgor e finalmente contattano Andrea Della Maggiorana che arriva di corsa all’appuntamento. È incredulo, vuole ringraziare Jean-Marc offrendogli 50 euro di ricompensa. Quindi lo accompagna alla stazione.

Non finisce qui. Andrea racconta l’accaduto in famiglia, suo padre chiama il ragazzo ivoriano (che ha anche il permesso di soggiorno in scadenza) e gli offre un posto di lavoro nell’azienda di polistirolo di cui è titolare a Cremona. E tutti vissero felici e contenti. 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *