“Fate in modo che lo United si ricordi di noi”. I tifosi spingono la Roma

Domani alle 13.30 i gruppi della curva a Trigoria per salutare la squadra in partenza per Manchester. Intanto punzecchiano Solskjaer

Non potranno esserci né giovedì a Manchester né la prossima settimana all’Olimpico. La speranza è di esserci, anche se in numero limitato, il 26 maggio a Danzica. I tifosi della Roma, però, non lasciano soli Fonseca e i giocatori.

Dimenticate le amarezze del campionato, l’obiettivo è uno solo: eliminare lo United e conquistare la prima finale europea dopo 30 anni, la prima assoluta dal 2013. Per questo domani i gruppi della Curva, dalle 13.30, si ritroveranno a Trigoria per salutare la squadra in partenza per Manchester, come già avevano fatto prima del derby dello scorso gennaio e come in parte era stato fatto prima dell’Ajax.

volantini e cartelli

—  

Stamattina c’è stato un antipasto. Alcuni tifosi, infatti, hanno affisso dei cartelli sul muro davanti l’ingresso del centro sportivo con la faccia di Solskjaer e la scritta “Fate in modo che si ricordino di noi”. Il riferimento è alle frasi dette dall’allenatore dello United qualche giorno fa: “Non conosco la Roma”. Gli stessi tifosi, poi, hanno consegnato dei volantini ai giocatori con la stessa immagine, tanto per ribadire ancora una volta il concetto, soprattutto considerando l’avversario che, nel 2007, inflisse alla Roma di Spalletti una delle sconfitte (7-1) più umilianti della sua storia. In questo momento, per i romanisti, non esiste futuro, non esiste campionato, non esistono Fonseca, Sarri o Allegri, non esiste il mercato. Contano solo il presente, la Roma e la possibilità di entrare nella storia. Per questo vogliono far sentire a tecnico e squadra tutta la loro vicinanza e il loro supporto. Non potranno farlo allo stadio, ma anche a distanza vogliono esserci.

Fonte Gazzetta.it

Exit mobile version