Il campione catalano ha annunciato che a fine stagione chiuderà l’esperienza con il calcio europeo, ma cercherà una nuova collocazione per un’avventura di tre anni. “Un giorno tornerò, ma adesso dobbiamo pensare a vincere il titolo”

Ha detto addio in conferenza stampa e non ha trattenuto le lacrime. Chiude la carriera europea un grandissimo giocatore. Andrés Iniesta ha spiegato: “Sono qui per comunicare che questa è la mia ultima stagione. Una decisione molto ragionata durante l’anno. Dopo ventidue anni so cosa significa essere un giocatore del Barcellona, so quanto sia esigente e quale sia la responsabilità d’indossare la fascia di capitano. Per questo ho dovuto essere onesto con me stesso e decidere di farmi da parte”, ha spiegato il centrocampista catalano. “Ho deciso di dire addio quando mi sento ancora utile e titolare. Ammetto che è difficile, ma è la legge della vita e non voglio sentirmi un peso. Voglio ringraziare tutti, a partire dal club e dalla Masia per tutto ciò che mi hanno dato”.

A un certo punto in sala stampa è partito un applauso e don Andrés si è emozionato. Poi ha ripreso a parlare: “Tutte le gioie vissute in questi anni blaugrana rappresentano un pensiero speciale. Mi ricordo ancora del giorno del debutto e non dimenticherò mai nulla. Ho sempre detto che non avrei mai giocato contro il Barcellona, per questo ho deciso di lasciare l’Europa. Me ne andrò per tre anni e un giorno tornerò, ma non so se sarà per lavorare nel club. Sono giorni di grandi emozioni. Ad ogni modo la stagione non è finita e c’è ancora un titolo da vincere”, ha concluso Iniesta che deciderà quindi a fine stagione dove andare a giocare. Menzione speciale per i tecnici con cui ha vinto tutto e, soprattutto, per Messi: “Non c’è nessuno come lui. È una parte fondamentale di questo club e condividere questi anni è stata un’esperienza unica”.

 

 

Rispondi