Prima Pagina>Sport>Italia bocciata anche dall’Argentina, ma per ora non ci sono alternative
Sport

Italia bocciata anche dall’Argentina, ma per ora non ci sono alternative

Il nuovo corso riparte con un ko (2-0) e Di Biagio non cancella l’effetto Ventura. Il problema principale resta l’attacco: zero gol e poca fantasia. Da Cutrone a Balotelli o Zaza: servono altri interpreti

Di Biagio riparte da dove Ventura aveva lasciato, con una prova senza gol. Ma siccome questa volta l’avversario era la talentuosa Argentina rispetto alla modesta Svezia, cambia il risultato e arriva la sconfitta. Ci può stare, è nella logica. Una squadra che si fa eliminare dal Mondiale per mano degli svedesi può incorrere in un ko per 2-0 contro gli argentini.

Il problema più evidente riguarda l’attacco. Nessun gol. Questo nonostante una fase, nel secondo tempo, in cui gli azzurri hanno alzato il baricentro del gioco e costruito un buon numero di azioni offensive, senza puntualmente trovare la porta.

Ecco il guaio maggiore. E in questo senso aggiungere qualità (al netto della sregolatezza) con un Balotelli sarebbe consigliabile anche se, probabilmente, se il centravanti del Nizza fosse stato presente ieri a Manchester sarebbe finito come gli altri nel “tritacarne della critica”. 

Da rivedere il centrocampo dove si sono intravisti lampi di triangolazioni napoletane con Jorginho rapido di pensiero e Verratti altalenante ma in sintonia. DIfesa disattenta ma non del tutto condannabile in una serata atipica.

Bisogna aspettare le prossime partite prima di giudicare l’attitudine di Di Biagio a gestire la ripartenza azzurra dopo l’onta dell’eliminazione mondiale. Anche se il suo precedente con l’Under 21 non è rassicurante. Gli uomini restano questi, sono poche le alternative di valore specialmente in attacco. A meno che non si voglia puntare su scelte più coraggiose, da Balo a Zaza, da Cutrone agli altri giovani. Ma il momento è difficile e complesso. 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *