Prima Pagina>Sport>Manchester City-Brighton 1-0: poker servito per Guardiola
Sport

Manchester City-Brighton 1-0: poker servito per Guardiola

MANCHESTER (Regno Unito) – Poker servito e vetta più vicina per il Manchester City, che in attesa del match serale Tottenham-Fulham (recupero della 16ª giornata) e nonostante le assenze batte 1-0 il Brighton all’Etihad Stadium. Un successo (il quarto di fila) che consente alla squadra di Guardiola di portarsi momentaneamente a +3 sugli ‘Spurs‘ di José Mourinho, a una lunghezza di distanza dal Liverpool e a quattro dallo United capolista

Advertisements
(entrambe però con una gara in più come Everton e Leicester agganciate dai ‘Citizens‘ al terzo posto).

Manchester City-Brighton 1-0: il tabellino

Advertisements

Guardiola deve fare a meno di Aguero, Palmer e Garcia (fermati causa Covid) e degli inortunati Aké e Laporte, ma non sta meglio sull’altro fronte Potter: out per squalifica Bissouma, in infermeria restano Connolly, Izquierdo, Lallana, Lamptey, Andone e Welbeck. Ciò nonostante gli ospiti reggono l’urto per tutto il primo tempo, durante il quale tenta la conclusione più volte senza fortuna soprattutto De Bruyne, che a un minuto dal riposo decide così di mettersi a servizio di Foden: assist del belga e destro vincente del fantasista inglese, che manda il City al riposo avanti di un gol. A inizio ripresa il Brighton prova a graffiare ma Ederson è attento su Propper, come dall’altra parte si fa trovare pronto sulla conclusione di Gundogan il suo collega Sanchez, salvato invece dal palo su un sinistro di Bernardo Silva al 59′. Il City cerca il colpo del ko e Guardiola getta nella mischia prima Gabriel Jesus e poi Sterling (fuori Mahrez e Foden), ma è proprio quest’ultimo nel recupero a calciare alle stelle un rigore conquistato da De Bruyne. Poco male: il risultato non cambia più e alla fine basta il minimo per festeggiare il poker.

Tottenham-Fulham: la diretta

Sergio Aguero e il suo costoso parco macchine

Guarda la gallery

Sergio Aguero e il suo costoso parco macchine

Fonte tuttosport.com

Rispondi